in

Gli italiani chiusi in casa, Renzi in Bahrain per la Formula Uno: “Che bell’esempio”

Dopo le polemiche per il volo in Arabia Saudita subito dopo aver dato il via a una crisi di governo, con tanto di parole al miele per la famiglia reale, Matteo Renzi è ancora una volta nella bufera per un viaggio non troppo gradito agli italiani. Quelli, per intenderci, costretti in casa da mesi, con una Pasqua blindata in arrivo. Un po’ innervositi, comprensibilmente, nel vedere l’ex premier felice, in Bahrain, ad assistere al primo Gran Premio di Formula Uno della stagione, come un qualsiasi tifoso della Ferrari. Peccato, però, che siamo in piena emergenza sanitaria.

Gli italiani chiusi in casa, Renzi in Bahrain per la Formula Uno: "Che bell'esempio"

“Perché noi siamo costretti a rimanere a casa, obbedendo alle regole, mentre Matteo Renzi può fare come vuole?” è stata la domanda ricorrente subito comparsa sui social non appena le foto del leader di Italia Viva hanno iniziato a fare il giro del web. L’Italia tutta in zona rossa o arancione, l’ex premier a gironzolare per il Bahrain osservando da vicino le monoposto pronte a scendere in pista per darsi battaglia. Insomma, il messaggio passato è stato più o meno quello fotografato da un utente: “Lui a divertirsi, noi confinati tra quattro mura. Che bell’esempio”.

Gli italiani chiusi in casa, Renzi in Bahrain per la Formula Uno: "Che bell'esempio"

Gli attacchi degli utenti, esasperati da mesi e mesi di restrizioni, sono arrivati nel giro di pochi minuti. “Ma come, non dovrebbe essere vietato muoversi dal proprio Comune di residenza? Renzi addirittura è volato in Bahrain”. E ancora: “Mi piacerebbe tanto sapere se è lì a titolo puramente personale o se qualcuno non gli ha per caso pagato anche il volo e l’alloggio”. Il diretto interessato ha prontamente replicato, sottolineando come queste polemiche siano all’ordine del giorno e come in queste settimane abbia sempre rispettato tutte le norme, confermando che nelle prossime ore sarà in Italia per partecipare alla vita parlamentare del Paese.

L’ufficio stampa di Italia viva, inoltre, ha precisato in una nota che “i viaggi di Renzi riguardano solo lui e non costano un centesimo al contribuente”. Nessun soldo pubblico speso, insomma. “E ci mancherebbe pure” verrebbe da aggiungere. Resta l’interrogativo, al quale forse è bene non cercare di dare risposta: “Un qualsiasi cittadino italiano avrebbe potuto prendere un aereo per andare a tifare Ferrari in Bahrain? Perché a Renzi invece è concesso nel bel mezzo di una pandemia, con il mondo intero bloccato?”.

Ti potrebbe interessare anche: Baci, sesso e bombole del gas. Da Cotticelli a Zuccatelli. Dalla padella alla brace

Si torna a viaggiare (ma non in Italia). Regole e divieti per spostamenti e rientri

Certificate ma difettose. È (ancora) allarme per le mascherine