in

Figliuolo: “Entro il 20 agosto voglio l’elenco dei no vax”. Siamo alle liste di proscrizione

Facciamo un gioco: vediamo cosa vi viene in mente quando vedete uno in divisa che vuole l’elenco di qualcuno che non si allinea… Facile vero? Dite che è solo una cosa molto brutta successa in passato e che non ricapiterà più? Sbagliate. Sta succedendo di nuovo. L’uomo in divisa è il commissario per l’Emergenza Covid, il generale Francesco Figliuolo, che in una nuova lettera alle Regioni -e ripresa da La Stampa – riporta il verbale del Cts del 12 luglio. Figliuolo ribadisce la necessità di perseguire “la massima copertura vaccinale del personale scolastico attraverso un coinvolgimento attivo”, e – eccoci al dunque – chiede di avere entro il 20 agosto l’elenco di tutti coloro che non possono o non vogliono vaccinarsi. (Continua a leggere dopo la foto)

In vista del ritorno a scuola, Figliuolo è categorico: Regioni e Province devono “porre in essere le azioni necessarie a dare priorità alle somministrazioni nei confronti degli studenti di età uguale o superiore ai 12 anni”. E aggiunge: “Resta necessario continuare a garantire la massima priorità alla vaccinazione di soggetti fragili, di età over 60, facendo esteso ricorso al coinvolgimento attivo di tali cittadini, nel rispetto delle norme sul trattamento/protezione dei dati personali”. (Continua a leggere dopo la foto)

Alle parole del generale Figliuolo si aggiungono quelle del sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Ancora più perentorie: “Auspichiamo che entro il 20 agosto tutto il personale scolastico, docente e non docente risponda in maniera convinta all’invito a vaccinarsi, comprendendo il valore civico di questo gesto”. (Continua a leggere dopo la foto)

Poi la chiosa finale di Costa che è tutto un programma: “Qualora, però, a quella data il problema dovesse persistere, credo opportuno valutare l’ipotesi dell’obbligo vaccinale per questa categoria”.

Ti potrebbe interessare anche: Paragone asfalta Bassetti: “Sei pronto per l’Isola dei famosi”. Che scontro in diretta!

La verità sul Covid, l’esperto: “Varianti continue, come l’influenza. L’alfabeto non basterà…”

Sondaggio shock, il Green Pass divide l’Italia. Ecco i numeri che non vogliono farvi vedere