in

Dopo i numeri fasulli sulle terapie intensive, Fedriga si becca il cartellino giallo

E’ ufficiale, da lunedì 29 novembre la Regione guidata dal presidente leghista Massimiliano Fedriga sarà zona gialla. Non pago di ciò, il governatore ha deciso, assieme al il governo di anticipare l’entrata in vigore del Super green pass. Stando a quanto riporta Il Fatto Quotidiano, mancherebbe solo l’ordinanza del ministero della Salute per certificare che da lunedì 29 novembre il Friuli Venezia Giulia sarà zona gialla. La ragione, la sappiamo: crescita dei contagi e dei ricoveri. Non da poco nel bilancio pesano i numeri relativi alle terapie intensive: oggi sia il tasso di occupazione in area medica che quello in terapia intensiva sono oltre le soglie limite per restare in fascia bianca.

Il tema delle terapie intensive come ben sappiamo è diventato il fulcro di polemiche accese in Friuli-Venezia Giulia: Walter Zalukar, consigliere Regionale FVG – Gruppo Misto, ha denunciato che gli 8 letti di terapia intensiva della Medicina d’urgenza di Palmanova rivendicati dall’Assessore alla Salute Riccardi non esisterebbero affatto. O meglio, ci sono i letti … ma non sono di terapia intensiva. E questo è stato denunciato già da tempo da l’AAROI, il sindacato degli anestesisti. Ora il verbale dell’ispezione ministeriale dà ragione a chi ha denunciato questi dati ambigui. Stando a quanto denuncia la testata locale FriuliSera, gli ispettori del Ministero della Salute avrebbero scoperto dati molto discordi rispetto alla verità per quanto riguarda i posti in terapia intensiva.

Ma Fedriga non indietreggia di un millimetro: ha deciso, insieme a governo, di anticipare l’entrata in vigore delle disposizioni contenute nel nuovo decreto anti-Covid, che scatteranno in tutta Italia il prossimo 6 dicembre. Il Super green pass, dunque, da loro arriverà prima. Cosa significa questo? In zona gialla vi sarà l’obbligo di mascherina anche all’aperto, un limite di quattro persone al tavolo del ristorante e una riduzione della capienza massima consentita per cinema e teatri, così come per manifestazioni ed eventi sportivi. Col Super green pass, altre restrizioni pioveranno da subito in testa ai free vax del Friuli: a loro sarà vietato l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche. Tutte cose che, invece, saranno consentite ai possessori del “green passo rafforzato”: vaccinati e guariti.

“Presto la quarta dose”: in Israele i contagi aumentano ma si vaccinerà a oltranza

“Ecco la vera causa dei contagi nelle scuole”: la dura critica degli insegnanti all’obbligo vaccinale