Vai al contenuto

“Fate giocare Djokovic!” L’attacco a Biden viene da molto in alto: “Seri rischi sanitari derivanti dal vaccino”

Pubblicato il 11/03/2023 12:58 - Aggiornato il 13/09/2023 12:29
Nole Djokovic e il presidente Usa Joe Biden

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha preso carta e penna e ha scritto al presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Il motivo della lettera? La richiesta di mettere da parte il folle obbligo vaccinale e permettere a Nole Djokovic di partecipare agli Open di Miami. Un’altra battaglia di giustizia e libertà, dunque, per il campione di tennis che non ha voluto piegarsi. Il torneo inizierà il 19 marzo. Scrive De Santis a Biden: “L’unica cosa che impedisce a Novak Djokovic di partecipare al torneo di tennis Miami Open è l’obbligo di vaccinazione COVID-19 fuorviante e non scientifico del presidente Biden per i viaggiatori stranieri”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Non vogliamo Zalensky!” Clamorosa umiliazione internazionale. Cosa c’è dietro il gran rifiuto

Parole durissime, messe nero su bianco in una lettera ufficiale rivolta al presidente degli Stati Uniti. Continua DeSantis: “Signor Presidente, elimina le tue restrizioni e lascialo competere”. Il governatore ha pubblicato la lettera anche sul suo profilo Twitter, allegando la lettera indirizzata direttamente al Presidente degli Stati Uniti in cui fa richiesta di lasciar entrare Djokovic nel Paese. La lettera è stata immediatamente condivisa sui social da milioni di persone in tutto il mondo. Il tennista diventa ancora di più un simbolo da seguire in questa battaglia, e ora ha trovato dalla sua parte un alleato. (Continua a leggere dopo il post)

DeSantis a Biden: “Obbligo vaccinale non scientifico”

“Affettuosamente chiamato ‘il quinto Slam’, il Miami Open è il secondo torneo americano più seguito negli Stati Uniti e attrae sempre centinaia di migliaia di spettatori annualmente – scrive DeSantis -Novak Djokovic, come sicuramente lei saprà, è il tennista di maggior successo e in testa alla classifica. Come risultato della sua illustre carriera e dei suoi gesti di filantropia, ha un grande seguito negli Stati Uniti. Non ci sono dubbi che una sua presenza al Miami Open sarebbe un grande vantaggio sia per questo splendido torneo che per gli appassionati di tennis”. Ora si attende la decisione di Biden. Una decisione che avrà certamente importanti conseguenze, in un modo o nell’altro.

Ti potrebbe interessare anche: “Addio alla data di scadenza”. L’Ue cambia le regole: cosa troveremo scritto d’ora in poi sugli alimenti