Vai al contenuto

“Non vogliamo Zelensky!” Clamorosa umiliazione internazionale. Cosa c’è dietro il gran rifiuto

Pubblicato il 11/03/2023 11:57 - Aggiornato il 16/03/2023 10:37
Zelensky videomessaggio Oscar
Volodymyr Zelensky, presidente dell’Ucraina

A un anno dallo scoppio della guerra in Ucraina le cose sono decisamente cambiate. Gli stessi italiani, pronti a inviare armi, mettere sanzioni alla Russia e favorevoli al supporto all’Ucraina, ora si sono molto ricreduti, capendo che la causa in realtà è tutta statunitense e che con noi ha poco a che fare. Anzi, ci abbiamo solo rimesso. Le bollette sono triplicate, siamo senza gas, siamo più poveri, la nostra economia è a pezzi… e questo perché? A che pro? Per favorire gli interessi degli Usa da un punto di vista geopolitico e da un punto di vista di mercato del gas. In tutto questo, anche l’immagine da eroe che hanno costruito intorno a Volodymyr Zelensky è radicalmente cambiata. Anche a livello internazionale. E un chiaro segnale arriva anche dalla Notte degli Oscar. Secondo quanto riporta Variety, infatti, al presidente dell’Ucraina è stato negato il permesso di apparire in video durante la serata della consegna degli Oscar. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Guerra in Ucraina, ora gli Stati Uniti cambiano strategia: ecco come e perché. Cosa succede adesso
>>> “Vorrei ricordare all’Italia…” Il messaggio di Putin fa paura al nostro Paese. E sale il rischio di una guerra nucleare

Zelensky risulta essere molto deluso per questa decisione perché sperava di riuscire a far mandare in onda il suo video messaggio. Ma domenica sera non andrà in diretta sulla Abc il videomessaggio del presidente ucraino. Secondo la versione di Variety, non ancora smentita né confermata dalla Academy of Motion Pictures che organizza la serata degli Oscar, la richiesta del leader dell’Ucraina di apparire in video durante la cerimonia dei primi più ambiti del cinema, sarebbe stata rimandata al mittente senza troppi convenevoli. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Fate giocare Djokovic!” L’attacco a Biden viene da molto in alto: “Seri rischi sanitari derivanti dal vaccino”

Cambia il vento, niente videomessaggio per Zelensky

E così Zelensky dovrà rinunciare al suo videomessaggio. La questione è pesante sia per la sua immagine personale, sia per l’intera propaganda di Kiev. Anche negli Usa, infatti, c’è un netto calo di sostegno da parte del pubblico alla causa degli ucraini. Sembrano lontanissimi i tempi in cui Zelensky era apparso in video al Festival di Berlino per la presentazione di “Superpower”, il documentario su di lui girato dall’attore e regista Sean Penn. Zelensky era stato ospitato anche ai festival di Cannes e di Venezia, nonché ai Grammy Awards. Adesso, però, il vento sta cambiando e il rifiuto alla sua partecipazione agli Oscar è l’ennesimo segnale.

Ti potrebbe interessare anche: “Addio alla data di scadenza”. L’Ue cambia le regole: cosa troveremo scritto d’ora in poi sugli alimenti