in

David Sassoli cade in uno scherzo telefonico e svela che cosa è davvero l’Ue

A raccontarlo quasi non ci si crede, eppure è successo veramente. Il presidente del parlamento europeo, l’italiano David Sassoli, è caduto in uno scherzo telefonico dell’ormai noto duo “Leksus & Vovan”, i pranker russi Aleksej Stoljarov e Vladimir Kuznetsov, già in passato autori di performance simili ai danni dell’ex presidente golpista ucraino Porošenko e dell’allora premier Grojsman, di vari congressisti USA, di Lukašenko, Erdogan, del segretario NATO Stoltenberg o dell’ex speaker nazista della Rada ucraina Andrej Parubij. Cosa è venuto fuori stavolta? La natura di Sassoli e dell’Ue.

Come racconta Fabrizio Poggi su lantidplomatico.it, “i falsi interlocutori impersonano la ‘Guaidò’ bielorussa Svetlana Tikhanovskaja e il presidente lituano Gitanas Nauseda. Tra le altre cose, Leksus e Vovan chiedono se l’Europarlamento non abbia per caso intenzione di introdurre sanzioni contro la Bielorussia e quali. Il pranker che impersona il presidente lituano informa Sassoli di suoi presunti contatti diretti col premier bielorusso Roman Golov?enko e gli assicura che all’interno del governo bielorusso starebbe maturando un complotto contro Aleksandr Lukašenko”.

I pranker aggiungono che i congiurati si appresterebbero a rovesciare il tiranno e portare al potere la Tikhanovskaja. Una notizia, questa, giudicata da Sassoli molto interessante”. Sassoli appare emozionato per “l’onore” di esser stato chiamato dalla “legittima presidente” bielorussa e per esser stato messo a parte di una così preziosa “informazione” sui complotti interni bielorussi.

Ma Sassoli, a parte i professionalismi non sembra saper fare altro che chiedere ai falsi Gitanas e Tikhanovskaja “quale sia la cosa più utile che può fare il Parlamento europeo”, e alla fine invita i due all’assemblea plenaria di inizio ottobre a Bruxelles, per “una conferenza stampa” e per “rilanciare il vostro messaggio”. Quindi ha, sostanzialmente, rivelato l’inutilità dell’Ue e l’inazione di una macchina così importante anche di fronte a eventi così grandi.

[qui il VIDEO con la conversazione completa]

Ti potrebbe interessare anche: Zingaretti esulta: “Mes e decreti Salvini”. Ora il PD impone la linea

Paragone: “Ha vinto il Sì, ma il M5S sparirà. Ormai è una Coca Cola sgasata”

Pressione fiscale alle stelle: in Italia è arrivata al 42,4%. Lavoriamo per pagare le tasse