in

Caserta, si vaccina al nono mese di gravidanza. Il giorno dopo, il dramma: la bimba è morta

Pubblicato il 21/11/2021 11:58

Siamo a San Prisco, comune di 12mila abitanti nella provincia di Caserta. Qui una donna, incinta di nove mesi, ha scoperto che la bimba che portava in grembo era morta il giorno dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino Pfizer.

Secondo quanto riporta Il Mattino, al momento sulle cause del dramma ci sono solo ipotesi. Una di queste è di una trombosi sorta nel cordone ombelicale. A chiarire le cause di morte e anche le eventuali connessioni col vaccino sarà l’autopsia disposta dalle autorità giudiziarie. I giovani genitori coinvolti nella tragedia hanno infatti deciso di denunciare quanto accaduto.

A quanto si apprende, l’11 ottobre scorso la giovane mamma ha ricevuto il vaccino Pfizer. Il giorno dopo si è presentata alla visita di controllo insieme al papà della piccola ma il ginecologo non ha più sentito il battito cardiaco della bambina. La coppia, il giorno dopo ancora, si reca nella clinica per il parto, ma dopo il taglio cesareo è evidente che la bimba non dà più segni di vita. A quel punto il padre denuncia i fatti ai carabinieri di Maddaloni i quali avviano l’indagine, che sperano di fare luce su questa triste vicenda.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Una valanga di disdette: ecco come il turismo di Natale viene ucciso da Green pass

Gran Bretagna, è allarme: boom di morti extra Covid. Ecco come la pandemia lascia indietro i malati