x

x

Vai al contenuto

“È cancerogeno ma potete mangiarlo” L’Oms, dopo il vaccino, ne combina un’altra. L’ennesima vergogna

Pubblicato il 14/07/2023 09:35 - Aggiornato il 14/07/2023 12:21
aspartame dolcificante possibile cancerogeno

Lo avevamo anticipato, ora è ufficiale. Da una parte la conferma che si tratti di un possibile cancerogeno, dall’altra l’inaspettata conseguenza di tale conferma. Tutti pensavano a un immediato stop del prodotto, e invece no. Non cambia nulla. Parliamo del dolcificante aspartame. Gli esperti dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), del Comitato congiunto di esperti sugli additivi alimentari dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) (JECFA) ha rivisto tutti i dati disponibili e ha classificato l’aspartame come possibile cancerogeno per l’uomo. Viene dunque imposto lo stop al suo utilizzo nei prodotti commerciali? Macché. Secondo il comitato di esperti, le prove di cancerogenicità per l’uomo dell’aspartame sono limitate e per questo il dolcificante lo considera ancora “accettabile”, ma con un’assunzione giornaliera di 40 mg per chilo di peso corporeo. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Meritate la galera”. L’influencer in vacanza spara a zero contro l’Italia ma finisce massacrata (VIDEO)
>>> “Agghiacciante”. Tragedia del Titan, il nuovo retroscena da brividi: l’ultima scoperta sul sommergibile

L’aspartame è un dolcificante artificiale (chimico), ed è ampiamente utilizzato. Sia negli alimenti che nelle bevande. E questo dagli anni ’80. Dove lo possiamo trovare? Nelle bevande dietetiche, nelle gomme da masticare, nella gelatina, nei gelati, nei latticini come lo yogurt, nei cereali per la colazione. Ma non solo. Perché l’aspartame si trova anche nel dentifricio che usiamo tutti i giorni e in farmaci come pastiglie per la tosse e vitamine masticabili. Il fatto che sia ora ufficialmente considerato come un possibile cancerogeno – cioè che può provocare tumori – ha fatto immaginare a tutti un suo possibile ritiro, e invece no. Come comportarsi dunque ora? Anche perché la formula utilizzata dagli esperti resta piuttosto ambigua. E suona come l’ennesimo favore alle multinazionali del settore. Il prodotto è cancerogeno (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Rai, addio in diretta. Il volto storico si congeda. La reazione choc di Botteri (VIDEO)

L’Oms sul dolcificante aspartame: “Possibile cancerogeno”

Spiega a Repubblica Francesco Branca, direttore del Dipartimento di nutrizione e sicurezza alimentare dell’OMS: “Se i consumatori si trovano di fronte alla decisione se prendere una bevanda con dolcificanti o una con zucchero, penso che dovrebbe essere presa in considerazione una terza opzione, ovvero bere acqua. E limitare il consumo dei prodotti dolcificanti“, ha suggerito Branca, che poi mette l’accento sulla massima precauzione per i bambini, non solo sul dolcificante aspartame che è un possibile cancerogeno ma in generale: “Questo è particolarmente importante per i bambini piccoli, che verrebbero esposti abbastanza presto a un aggiustamento del gusto e quindi sostanzialmente instradati a continuare a consumare prodotti zuccherati. Esistono alternative che non contengono zuccheri liberi o dolcificanti e dovrebbero essere preferite dai consumatori”.

Ti potrebbe interessare anche: “Non mangiatele”. Colera in Italia, ecco cosa c’è dietro. L’allarme dei medici