in

Israele, allarme per la variante sudafricana: 3 pazienti positivi, erano tutti vaccinati

Dopo la Delta, c’è un’altra variante del Covid che sta spaventando il mondo e che occupa già le prime pagine dei giornali: la “sudafricana”B.1.1.529, che proprio in queste ore è stata segnalata per la prima volta all’interno del territorio di Israele. Ad annunciarlo è stato il ministero della sanità, che ha riferito nello specifico di un cittadino israeliano di ritorno dal Malawi. Non si tratterebbe, però, dell’unico caso, visto che altre due persone potrebbero aver contratto la particolare forma del virus.

Come rivelato da Open, infatti, in totale sarebbero tre le persone colpite dalla variante sudafricana: tutte avevano ricevuto il vaccino, a conferma di come le mutazioni del Covid riescano ad aggirare la protezione (limitata nel tempo) fornita dai farmaci attualmente a disposizione. A seguito dell’allarme, le autorità israeliane a partire hanno vietato l’ingresso ai viaggiatori provenienti da Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia ed Eswatini.

Un provvedimento, quello adottato dal premier Naftali Bennett in accordo con gli esperti sanitari, che ha spinto l’Italia a muoversi a sua volta, vietando gli ingressi dal Sudafrica. “Ho firmato una nuova ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini. I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529. Nel frattempo seguiamo la strada della massima precauzione” ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza.

Stando a quanto dichiarato in queste ore dalle autorità sanitarie britanniche, si tratterebbe della variante più significativa scoperta finora: gli scienziati temono possa essere più trasmissibile e capace di eludere maggiormente i vaccini. Un allarme che ha fatto subito sprofondare le borse europee e per il quale è previsto a breve un vertice dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Ti potrebbe interessare anche: Ecco come Draghi continuerà ad avere poteri straordinari anche senza la proroga dello stato di emergenza

Dopo il Super Green pass, tutto pronto per il “lockdown della Befana”: il piano del governo

Draghi si incorona re d’Italia. Ecco come col Trattato del Quirinale stanno finendo di rubare la democrazia