Vai al contenuto

“Eccesso di mortalità in aumento”. Anche i giornalisti internazionali si occupano del caso che sta scuotendo l’Europa

Pubblicato il 07/11/2022 20:11 - Aggiornato il 07/11/2022 20:12

“Sta accadendo qualcosa di strano che non viene trattato dai media tradizionali. Un gran numero di persone sta morendo e i medici non sanno perché”. Inizia così l’articolo di analisi di Peter Imanuelsen, giornalista svedese e e commentatore politico, pubblicato proprio sul suo blog. Sotto il nome di PeteSweden il cronista ha lanciato diversi allarmi su varie tematiche attraverso i suoi canali di comunicazione. Nella fattispecie, Imanuelsen si occupa della strana epidemia di morti improvvise e senza un’apparente spiegazione che sta colpendo, a quanto pare, tutta l’Europa. “Una cosa però la sanno. Non sta accadendo solo in un Paese. Sta accadendo in molti Paesi allo stesso tempo. Quest’anno, in tutta Europa, i tassi di mortalità in eccesso sono molto elevati (nel frattempo, anche le nascite sono misteriosamente crollate quest’anno). E molti dei decessi in eccesso non sono correlati al covid”, scrive il giornalista.
(Continua a leggere dopo la foto)

“I medici e gli ospedali norvegesi stanno ora lanciando l’allarme per un misterioso aumento del numero di pazienti, e non hanno il covid. ‘Non abbiamo mai meno di 100 pazienti al giorno. Si tratta di persone adulte con ogni tipo di disturbo. Non capiamo perché’, dice Jørn Einar Rasmussen, leader dell’organizzazione norvegese per la medicina d’emergenza. È sconvolgente. Quest’anno la Norvegia ha registrato un eccesso di mortalità di oltre il 10% rispetto alla norma. Non è normale! Anzi, è talmente grave che il demografo Anders Sønstebø dell’ufficio statistico norvegese avverte che quest’anno l’aspettativa di vita potrebbe addirittura diminuire, il che sarebbe la prima volta dal 1997.”. La denuncia di Imanuelsen continua portando all’attenzione dei lettori dei dati che anche su queste pagine abbiamo divulgato ormai da qualche mese. Attraverso il suo profilo Twitter, seguito da quasi 400mila persone, il giornalista pubblica un grafico ricavato dall’Eurostat, riportante le aree differenziate per colore con l’eccesso di mortalità in agosto 2022.
(Continua a leggere dopo la foto)

Ma questo tipo di scenario non si configura soltanto in Norvegia: “In tutta Europa stiamo assistendo a livelli sconvolgenti di eccesso di mortalità, con la Grecia che ha registrato un enorme 24,3% di decessi in più rispetto al normale nel mese di agosto di quest’anno. La Finlandia ha registrato un tasso di mortalità in eccesso del 16,3%. La Germania ha registrato un tasso di mortalità in eccesso del 16,5%. È una follia. Che cosa sta succedendo? Qualche mese fa ho scritto un articolo su questo argomento, in cui ho scoperto che quest’estate in Europa c’è stato uno scioccante eccesso di 10.000 decessi non correlati al virus del coronavirus durante una sola settimana rispetto all’anno scorso. È un dato davvero negativo. Potete leggere il mio precedente articolo al riguardo qui. E le cose non si mettono bene.
In Inghilterra e Galles sono stati registrati oltre 1.000 decessi in eccesso non correlati al covid in una sola settimana. Qual è la causa di tutto ciò?”. Una situazione che sta allarmando i cittadini di moltissimi Paesi in tutto il mondo.
(Continua a leggere dopo la foto)

In chiusura Imanuelsen dichiara di essere convinto nel voler andare avanti nelle sue ricerche, annunciando di aver già trovato alcuni dati sconvolgenti: “Dopo innumerevoli ore di ricerca, credo di aver trovato alcune risposte che potrebbero scioccarvi. C’è un certo problema di salute che ha visto un drammatico aumento negli ultimi tempi e che sembra essere uno dei principali fattori del tasso di mortalità in eccesso. Quasi nessuno dei media tradizionali ne parla, quindi lo farò io. Diamo un’occhiata più da vicino per vedere se riusciamo a scoprire cosa sta succedendo”. Vedremo che cosa porterà alla luce.

Potrebbe interessarti anche: Scuola, le restrizioni anti-Covid non sono finite. La denuncia: “Ecco dove sono e perché devono finire”