in

Un fotografo d’oro. Alla corte del M5s non c’è solo Casalino

La Dia communication, un nome una garanzia. Due fratelli, una passione e compensi molto ben retribuiti.

Uno si chiama Roberto, racconta Panorama, e risulta tra lo staff di diretta collaborazione come fotografo ufficiale del ministro degli esteri Lugi Di Maio. Si definisce “wedding storytelling” e alla “ricerca della bellezza” , ma il salto tra eventi mondani e cretivi a eventi prettamente istituzionali ha richiesto il tempo di un caffè.

Sicuramente è molto più che un fotografo. Per questo la sua retribuzione, iniziata con alcuni “shooting” a esponenti del Movimento si è trasformata in contratto part-time dal valore di 35mila euro lordi l’anno. In realtà la sua collaborazione ha origini più remote e da lì ha spiccato il volo. Ha seguito la campagna elettorale nel 2016 con i pentastellati Giulia Grillo e altri, un’esperienza evidentemente andata bene visto che ora lo troviamo al ministero degli Esteri.

Non è da meno -anzi forse anche meglio a giudicare dalla remunerazione- la professionalità del fratello, il quale “gode di una collaborazione ad hoc direttamente con Giuseppe Conte”. Lui, riferisce Panorama, è invece “l’esperto” dell’ufficio stampa e del portavoce del Presidente Rocco Casalino, retribuito con un compenso generoso di 40mila euro lordi l’anno.

Semper fidelis, la collaborazione tra Movimento e la Dia communication sembra andare avanti da anni. Le casualità infatti proseguono. Uno tra i più recenti lavori di spicco nel portfolio della Dia communication è la campagna di comunicazione per la prevenzione del contagio di coronavirus, commisionata da Palazzo Chigi e dal ministero della Salute.

Insomma, due fratelli dalle indubbie doti, considerando che hanno conquistato entrambi i sorrisi dei politici catturandoli con il loro ‘obiettivo’.

Addio vincolo dei due mandati: Grillo e la Raggi spazzano via l’ultimo totem dei 5 Stelle

Obbligatorio, anzi no volontario: sul vaccino anti-Covid il governo è già spaccato