in

“Salgono i contagi tra i vaccinati”. L’allarme de “La Repubblica”. Cosa sta succedendo

Lo chiamano “effetto paradosso”, ma a noi sembra semplicemente una vera e propria presa per i fondelli, soprattutto considerando che a chi non lo fa vengono limitate le libertà personali, ma a questo punto verrebbe da domandarsi sulla base di cosa?

I dati che vengono riferiti da La Repubblica rimandano a un quadro il cui contenuto è il contrario di quanto previsto. “Quasi il 90% degli italiani che hanno oltre 60 anni, sono stati vaccinati completamente o con almeno una dose… E tra i nuovi infetti ci sono proprio coloro i quali avevano completato il ciclo”. Succede, ad esempio, con gli ultraottantenni. “Nell’ultimo mese, in base ai dati dell’Istituto Superiore di Sanità, a finirne in ospedale sono 220, senza vaccino, e indovinate… Secondo voi sono più o meno quelli a finire negli ospedali con l’inoculazione ricevuta? La proporzione risulta essere addirittura superiore: sono 294 gli ultraottantenni che sono finiti in ospedale negli ultimi trenta giorni e che avevano ricevuto il vaccino. (Continua dopo la foto)

È proprio questo “l’effetto paradosso” di cui parla La Repubblica: “con la crescita delle coperture, oramai altissime in quella fascia di età, sale anche il numero assoluto di coloro sui quali il medicinale non funziona, circa il 5% del totale secondo gli studi. Magari supera anche quello di chi non ha coperture” .

Ma allora cosa fare? Nessun problema, siccome la regola è: non c’è due senza tre, allora all’Istituto si sta già “accelerando sulla terza dose”. “Che venga fatta è ormai certo”, si legge tra le righe del quotidiano, “si aspetta soltanto che gli esperti, tra i quali quelli del Cts, indichino quando partire”. L’ipotesi più accreditata sarebbe quella di aspettare ottobre per partire con un altro ciclo e vedere se nel frattempo è stato raggiunto l’obiettivo dell’80%.

Caos Green pass a mensa. Tutti contro tutti, mentre il governo tace

Contagio in ospedale. Lecce, medico positivo al Covid nonostante i vaccini