x

x

Vai al contenuto

“Rincretinisce!” Senaldi asfalta Lucarelli e Ferragni: “Ecco con chi se la prendono”

Pubblicato il 18/01/2024 12:58

E’ un vero e proprio atto di accusa quello pubblicato oggi da Libero a firma del condirettore Pietro Senaldi. Che non le manda a dire. “Le stelle dei social non brillano più”, attacca il pezzo. “Arrancano, si giustificano, fanno brutte figure, contrattaccano peggiorando la situazione”. Senaldi mette in risalto i continui errori di comunicazione delle due opinioniste e influencer. E le accusa di non saper analizzare i propri sbagli e di attribuire ad altri le proprie colpe. Secondo il condirettore di Libero, Ferragni e Lucarelli sono “due regine che sbattono contro dei disgraziati, la pizzaiola di Sant’Angelo e i bambini malati di Sarcoma di Torino, e ne escono ammaccate”. (continua dopo la foto)

Nel mirino di Senaldi anche l’insensibilità mostrata dalle due “regine”. “L’indifferenza verso il prossimo”, recita l’articolo, “smaccata e rivendicata dalla Lucarelli, mal nascosta dalla Ferragni. Controbilanciate da un’auto-centratura massima e irritante”. Il quinto denominatore comune che unisce le due donne è, per Senaldi, “l’istinto predatorio delle due tigri che, quando fiutano l’obiettivo, sia esso il messaggio da veicolare o il soldo che ne deriva, non si fermano davanti a nulla e a nessuno”. L’ultimo punto della lista rappresenta un vero e proprio atto di accusa non solo a Lucarelli e Ferragni, ma al meccanismo dei social in generale.

“Due donne intelligenti e di successo esaltate dai social”, attacca il condirettore di Libero. “Ma anche tradite da questi. Che le hanno alienate, sparandole in una dimensione dalla quale non riescono più a vedere la Terra. E tantomeno a tornarci. Chiara e Selvaggia sono la prova che l’abuso di social ti rincretinisce”. Un duro atto di accusa che pone l’accento sui danni dell’eccessiva visibilità. E di una notorietà che non viene costruita, come nel passato, su capacità e preparazione. Ma su una costante ubriacatura di visibilità, non sempre giustificata. Sì, perché è indubbio che Chiara Ferragni e Selvaggia Lucarelli abbiano fiuto e che abbiano saputo cavalcare l’onda meglio di altri. Ma ora che l’onda si è infranta sulla riva della realtà, ha lasciato dietro di sé molte macerie. E anche un disturbante senso di vuoto.