Vai al contenuto

Cosa non torna nella tragedia di Mestre. Paragone: “Sta girando un filmato…” (VIDEO)

Pubblicato il 05/10/2023 09:55 - Aggiornato il 07/11/2023 13:35
pullman Mestre Paragone batterie

Mentre si continua a piangere per la tremenda tragedia del pullman precipitato da un cavalcavia a Mestre, si cerca di fare il possibile per arrivare quanto prima alla verità per capire cosa sia successo. Da un parte si studia l’ipotesi del malore improvviso che ha stroncato il giovane autista, dall’altra ci si interroga sulle batterie elettriche del bus, visto cosa è successo al momento dello schianto. Se ne parla anche a “Stasera Italia“, su Rete4, nella puntata del 4 ottobre con Massimo Guarnieri, professore di elettrotecnica all’Università di Padova, e Gianluigi Paragone, ospiti di Nicola Porro. Commentando il tragico incidente il professore spiega che “è molto difficile estinguere l’incendio provocato di un sistema di batterie di un veicolo elettrico, si estingue solo quando non resta che la carcassa”. (Continua a leggere dopo la foto)
Incidente Mestre, la scoperta sul corpo dell’autista: “Più volte in pronto soccorso…”. L’esito degli esami
>>> Flavio Briatore sbarca in Rai: l’annuncio del manager, ecco dove lo vedremo (e in che ruolo)

Sulla tragedia di Mestre, dove un pullman elettrico ha sfondato il guardrail precipitando dal cavalcavia e provocando 21 vittime, il professor Guarinieri aggiunge: “Basta guardare su Youtube i video di cosa succede alle Tesla quando si incendiano”. Quindi per quanto riguarda il pullman precipitato “non mi sembra compatibile con un incendio generato dentro il palco batterie”. Quindi interviene Gianluigi Paragone: “Sta girando il video di un incendio di una bici elettrica in un ostello a Sidney, in Australia sono intervenuti 22 vigili del fuoco e sei autobotti sul posto”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> “Sono ca**i nostri”. “Superca***la”. Scazzottata Scanzi-Mentana: cosa è successo tra i due (VIDEO)
>>> Obbligo vaccinale, condannati ministero della Salute e Agenzie delle Entrate: la storica sentenza

Tragedia del pullman a Mestre, i dubbi di Paragone sulle batterie

Incalza Gianluigi Paragone, in prima linea contro questo nuovo dogma dell’elettrico che di giorno in giorno si rivela sempre più pericoloso e sempre meno Green: “Provate a traslare da una bici elettrica a un mezzo elettrico più grande, come un pullman. Purtroppo è così”, conferma. “Quindi nel caso di Mestre non sono le batterie elettriche che hanno creato l’incendio perché altrimenti non lo avrebbero spento in così poco tempo”, osserva Nicola Porro. “Esatto“, ribatte Paragone.

Ti potrebbe interessare anche: Vaccini a mRna, tutti i dubbi dei loro creatori. Cosa dicevano e scrivevano prima di vincere il Nobel