Vai al contenuto

“Sono ca**i nostri”. “Superca***la”. Scazzottata Scanzi-Mentana: cosa è successo tra i due (VIDEO)

Pubblicato il 06/10/2023 08:58 - Aggiornato il 07/10/2023 09:55
Scanzi Mentana Dario Fabbri

Una bella scazzottata tra Enrico Mentana e Andrea Scanzi, due pesi massimi a livello mediatico. Sul peso, giornalistico, invece, lasciamo a voi la pronuncia. Che motivo hanno avuto i due di entrare il rotta di collisione? Pensate che a scatenare tutto è stato – involontariamente e sue malgrado – Dario Fabbri. Ma facciamo un passo indietro. Dario Fabbri è diventato noto al grande pubblico dallo scoppio della guerra in Ucraina per essere considerato un esperto di geopolitica. Soprattutto negli speciali del direttore del Tg La7, Enrico Mentana. Negli ultimi mesi, però, è finito al centro di una polemica sul suo titolo di studio innescata dall’economista Riccardo Puglisi il quale ha fatto presente che, a differenza delle varie biografie presenti in rete, Fabbri non fosse laureato in Scienze politiche. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Porcherie!”. Gender alle elementari, scoppia la guerra in Aula. Il VIDEO di Sasso che asfalta la sinistra è un capolavoro
>>> “Sulle pa**e”. Sallusti-Giannini, scontro in diretta. Gruber non li tiene: cosa è successo (VIDEO)

Dopo una serie di botta e risposta, Dario Fabbri ha ammesso di non aver conseguito la laurea per concentrarsi, da autodidatta, sulle tematiche che riteneva più importanti. Enrico Mentana, suo grande estimatore, nei giorni scorsi è stato intercettato da Antonino Monteleone de “Le Iene” per pungolarlo sull’argomento. Il servizio andato in onda su Mediaset ha fatto sbottare Andrea Scanzi che tramite una diretta Facebook ha preso di petto il direttore del Tg La 7, accusandolo di “una brutta figura” e di tre errori clamorosi. Scanzi prima riconosce a Mentana delle qualità, pur rimarcando le distanze col suo modo di intendere il giornalismo, poi lo rimprovera sul piano personale rievocando il trattamento riservatogli nella famosa vicenda della corsia preferenziale per il vaccino anti Covid, quando Scanzi “bruciò” la fila. (Continua a leggere dopo il video)
>>> Gismondo asfalta vaccini e Nobel: “Inganni, presunzioni, l’assurdo Green pass e quel premio regalato” (VIDEO)

Scanzi, stoccate a Mentana per l’affaire Dario Fabbri

Scanzi poi attacca Mentana perché nel servizio de “Le Iene” prende il telefonino dell’inviato. “Se lo avessi fatto io o un giornalista del Fatto quotidiano – attacca Scanzi – adesso sarei in galera“. Poi critica quella che definisce una “supercazzola” del direttore sulla differenza tra una biografia e curriculum vitae ufficiale. Infine, Scanzi rimprovera Fabbri per non aver negato il titolo quando in occasioni pubbliche è stato chiamato “dottore”. Ultima bordata a Mentana è riservata alla risposta data da ques’ultimo sul fact checking. “Mentana dice però che quello che hanno scoperto ‘sono cazzi nostri‘ e questo è inaccettabile per un giornalista che da decenni fa lezioni di giornalismo a tutti“.

Ti potrebbe interessare anche: Migranti, la Germania si arrende all’Italia e i giornali tedeschi ci elogiano: “Il granito di Roma”. Cosa è successo