x

x

Vai al contenuto

Il no gender arriva nel presepe. L’ultima iniziativa “arcobaleno” scatena una bufera. E intanto nelle librerie…

Pubblicato il 19/12/2023 10:02

In nome della difesa dei diritti e dell’inclusività abbiamo visto portare avanti, nel corso degli anni, innumerevoli battaglie. Alcune sicuramente legittime, altre decisamente più stucchevoli, con annesse polemiche puntualmente piovute giù dalle nuvole social. Un trend che sembra destinato a non fermarsi, come dimostrato dalle ultime iniziative “arcobaleno” di queste ore. Nell’Avellinese è stato realizzato, per esempio, un presepe dal copione piuttosto originale: al posto di San Giuseppe è comparsa una seconda donna. Due mamme, insomma, invece della sola Maria, come spiegato da Don Vitaliano stesso al Corriere della Sera.
“Bonus Internet” e “Bonus farmaci”, i nuovi incentivi in arrivo nel 2024: ecco i requisiti e come richiederli

presepe due mamme

“Due mamme, perché quest’anno vedo risplendere la luce del Natale sulle famiglie omosessuali, colpite da critiche e condanne disumane e anti-evangeliche”. Nel presepe sono finiti anche personaggi come Elly Schlein, Francesca Pascale e Diego Armando Maradona. Ma l’iniziativa di due donne accanto alla mangiatoia, in attesa della nascita di Gesù, ha fatto ovviamente discutere molto più delle altre trovate “sopra le righe”. (Continua a leggere dopo la foto)

La notizia ha iniziato a circolare in rete a poche ore di distanza da un’altra, attento divisiva. Girovagando tra gli scaffali di una libreria Feltrinelli, alcuni clienti si sono imbattuti nel cartello “Fumetti per bambin*”. Con asterisco finale che cancella ogni desinenza, maschile o femminile, in nome di una totale neutralità che dovrebbe essere sinonimo di maggiore inclusività. (Continua a leggere dopo la foto)

Anche in questo caso non sono mancati, ovviamente, commenti inferoci di utenti che hanno puntato il dito contro un’iniziativa considerata “inutile”: “Davvero pensiamo di combattere le discriminazioni con gli asterischi – ha scritto un utente – Siamo davvero messi male…”.

Ti potrebbe interessare anche: A rischio la busta paga di dicembre!” Attacco contro la Pubblica amministrazione: “Chiesto un riscatto”