in

“Paragone in vetta”: la classifica ufficiale che incorona il leader di Italexit campione dei social

Si Scanzi, per favore. Con un bottino di ben 4,9 milioni di interazioni social, Gianluigi Paragone ha superato Andrea Scanzi alla guida del ranking di Facebook della Top 5 Social Key People, conquistando il gradino più alto del podio proprio davanti al giornalista, retrocesso in seconda posizione. A confermare il successo del leader di Italexit è la classifica di novembre pubblicata da Primaonline in collaborazione con Sensemakers, che racchiude i personaggi più performanti sulle piattoforme social.

Alle spalle di Paragone e Scanzi, la miglior performance fatta registrare su Facebook è stata quella di Benedetta Rossi: la food blogger ha totalizzato 3,1 milioni di interazioni e 42 milioni di visualizzazioni video. In crescita rispetto al mese precedente è infine Diego Fusaro, che è entrato di prepotenza in classifica e con 2,1 milioni di interazioni ha conquistato la quinta posizione della graduatoria.

Poche novità, invece, per quanto riguarda Instagram, mentre su Twitter le new entry rispetto a ottobre sono Fabrizio Biasin (secondo per numero di interazioni), il già citato Diego Fusaro al terzo posto della classifica e, in quinta, Gianluca Di Marzio. Volti inediti anche su YouTube, con Ettore Canu sempre in vetta e con la conquista della terza posizione da parte di Salvo e Giorgia.

Per quanto riguarda i singoli post più performanti, infine, a dominare la classifica è Benedetta Rossi, con due contenuti legati alla sua vita privata finiti in top 5. In terza posizione il leader della Buona Destra Filippo Rossi, che ha ricordato in questi giorni l’attore Robin Williams per l’impegno sociale portato avanti nei confronti dei senzatetto.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Conte a processo, ecco l’ordinanza del magistrato che preoccupa l’ex premier

Lockdown per i non vaccinati: i nuovi divieti del governo a partire dal 10 gennaio