x

x

Vai al contenuto

“Mi piacciono i bei c**i”. Striscia, inviata aggredita e molestata in metropolitana. Situazione fuori controllo (VIDEO)

Pubblicato il 01/03/2024 12:56

Aggredita, molestata, offesa con un carico di battute volgari a sfondo sessuale. E’ ciò che è capitato ieri all’inviata di Striscia la Notizia Rajae Bezzaz mentre lavorava nella Stazione di Piazza di Spagna, nel cuore di Roma. Ed è l’ennesima testimonianza dello stato di degrado, incuria e pericolo a cui si trovano esposti i cittadini che usano i mezzi pubblici. Il tema è sempre quello delle bande di borseggiatori che imperversano impunemente. E sfruttano il sovraffollamento, la calca e la mancanza di controlli. A Roma come a Milano. Sfacciati e di fatto quasi impuniti. Rajae Bezzaz era riuscita a individuare una di queste bande. Ma quando si è avvicinata per documentare le razzie ai danni di turisti, lavoratori e pendolari è scattata l’aggressione da parte dei componenti della baby-gang di borseggiatori. (continua dopo il video)

@striscialanotizia Calci, pugni e spray al peperoncino contro la troupe e di Striscia. Emergenza borseggi nella metropolitana di Roma. @Rajae Bezzaz #Striscialanotizia #RajaeBezzaz #Roma #canale5 #rome #metro #neiperte #perte #tiktok ♬ suono originale – striscialanotizia

Uno dei ragazzini, “beccato dalla Bezzaz, ha addirittura cercato di mettere la mani nella borsa dell’inviata di Striscia. Il che fa capire bene il senso di impunità di questi mini-delinquenti. Alle rimostranze della ragazza, il borseggiatore la sfotte: “Non ti ho toccata amore mio”, esclama beffardo. “Forse ti tocco il c**o, non la borsa. Mi piacciono i bei c**i”. La situazione degenera. L’inviata e il suo cameraman sono coinvolti in una sorta di rissa con calci, pugni e persino spray al peperoncino. Un’aggressione in piena regola. E suonano come un atto di resa le parole di un agente in servizio nella metropolitana: “Sta tutti i giorni in Questura”, dice, riferendosi al ragazzino. “Ma il giorno dopo esce fuori”.