in

Maxi focolaio in Italia: 40 vaccinati, 40 Green Pass, 40 contagiati… E adesso come la mettiamo?

Il Green Pass si può considerare una garanzia, un argine e un baluardo contro il contagio? Questa domanda la rivolgiamo soprattutto a quelli che con maggior veemenza sostengono il “passaporto verde” e la risposta la trovate in quello che si è appena appreso essere successo a Reggio Calabria dove è scoppiato un maxi focolaio, “uno dei più grandi dall’inizio della pandemia”, riferisce strettoweb.com.

E indovinate? Si tratta di persone che erano “tutte completamente vaccinate”. Per di più l’evento che ha scatenato il focolaio era di quelli ai quali è consentito partecipare “solo se in possesso di Green Pass”. (Continua dopo la foto)

Questo è un fatto che documenta quanto possa non solo rivelarsi inefficace ragionare all’interno di questa logica da ‘vaccino a tutti i costi’, ma anche dannoso perchè le norme introdotte con il Green Pass danno l’illusione che i vaccinati siano immuni e non possano contagiarsi ed ammalarsi. E questo pone il rischio di peggiorare il quadro epidemiologico, trasformandoli in untori inconsapevoli.

Ma se, dunque, un vaccinato può contagiare allo stesso modo di un non vaccinato (vedi dichiarazioni dell’immunologo di Fauci) che senso ha imporre il Green Pass? Non rischia di essere una soluzione peggiore del male? È lecito che ai non vaccinati si chieda di sostenere la spesa per effettuare il tampone quando anche i vaccinati, in possesso di carta verde, possono contagiarsi e contagiare?

Il maxi focolaio ha avuto origine durante il festeggiamento di un matrimonio. Lo ripetiamo: nel locale sono entrati soltanto ospiti provvisti di Green Pass. “I primi ospiti del banchetto nuziale hanno accusato sintomi influenzali: febbre, mal di testa, stanchezza, spossatezza. E hanno effettuato il tampone e sono risultati positivi al Covid”. (Continua dopo la foto)

Dopo il primo giro di tamponi, “i positivi accertati erano già 26, ma in base ai nuovi risultati dei test arrivati oggi sono saliti ad almeno 40”, si legge su strettoweb.com. Caro Draghi e caro Salvini e adesso come la mettiamo?

Allarme miocarditi e pericarditi tra i giovani con il vaccino, ma si fa finta di nulla

Regioni in allarme: boom di richieste di risarcimento per danni legati al vaccino