Vai al contenuto

“L’Italia sarà irrimediabilmente distrutta”. La denuncia di Zangrillo

Pubblicato il 25/12/2021 19:02

Un Natale e un Capodanno rinchiusi e terrorizzati. L’incapacità del governo nella gestione della pandemia alla fine ha partorito l’ennesimo lockdown per quanto, questa volta, con degli aspetti più soft. Una situazione che porta il Prof. Alberto Zangrillo a sbottare senza mezzi termini: “Quando il Paese sarà irrimediabilmente distrutto ne chiederemo ragione agli scienziati e ai giornalisti innamorati del COVID19”. In questi mesi il primario del reparto Anestesia e rianimazione del San Raffaele di Milano non si è mai fatto scrupolo di andare controcorrente. (Continua dopo la foto)

Ma il nuovo presidente del Genova Calcio non si ferma qui e rincara la dose: “La gente sta a casa, ha paura ad andare nei negozi perché è stato detto e scritto che se si va fuori si prende la variante Omicron e si muore, invece è assolutamente falso”. (Continua dopo la foto)

“Qui se non ci diamo tutti una regolata l’Italia diventa – conclude Zangrillo – una Paese povero e sempre di più, fino a quando non diventeremo l’oggetto dello shopping di altri paese che sono stati più intelligenti e competenti di noi. In questo momento sono in uno dei più bei negozi di Milano, ma è desolatamente e completamente vuoto”