in ,

L’azienda lo licenzia, operaio si toglie la vita. Ha lasciato un biglietto alla sua famiglia

Simone Sinigaglia, 40 anni, operaio della Igv Colbachini di Cervarese Santa Croce, nel Padovano, si è tolto la vita dopo aver ricevuto la lettera di licenziamento. Era andato al lavoro come ogni giorno. Ma prima di iniziare il turno, gli è stata data la notizia. Allora ha raggiunto un luogo sperduto nella campagna veneta e si è tolto la vita impiccandosi ad un albero. Nella sua automobile, abbandonata in riva al canale Gorzone, i carabinieri hanno trovato un biglietto di addio rivolto ai famigliari.

Racconta Repubblica che qualche tempo prima l’azienda, che produce tubi in gomma, aveva avviato un procedimento disciplinare nei suoi confronti. Gli uffici della società padovana gli contestavano un uso improprio della “Legge 104”, che assegna al lavoratore tre giorni retribuiti al mese per assistere un famigliare affetto da gravi handicap. Secondo quanto ricostruisce la Filctem Cgil di Padova, Sinigaglia li aveva chiesti per accudire un’anziana parente rimasta sola.

L’azienda quindi avrebbe ingaggiato un investigatore privato per accertare se il lavoratore facesse un uso corretto dei permessi. In un caso era stato trovato al bar, dove si era recato per un panino. In un altro, a tagliare l’erba del giardino della zia inferma. L’operaio aveva provato a difendersi e a spiegare le sue ragioni nel corso di un’audizione, senza riuscire a convincere il datore di lavoro. Che alla fine aveva optato per la sanzione più grave, il licenziamento per giusta causa.

Intanto, da ieri alla Igv la produzione è interrotta: gli operai hanno deciso di non riprendere i turni di lavoro dopo lo shock provocato dalla notizia della morte del collega. La Procura di Rovigo ha aperto un fascicolo gli accertamenti del caso. Alcuni colleghi hanno raccontato della sua improvvisa convocazione, la mattina di mercoledì, nell’Ufficio Personale dell’azienda, poco prima dell’inizio del turno: “Tutto è durato pochi minuti. Gli è stata consegnata una busta, l’ha aperta, ha letto la lettera si è girato verso la porta, ha fatto un forte sospiro, poi è uscito è salito sulla sua auto e nessuno l’ha più visto”. Poche ore dopo, nel primo pomeriggio, il ritrovamento del cadavere lungo un argine.

.

Ti potrebbe interessare anche: Lettera di Paragone a Di Maio: “Caro Luigi, il vero traditore è chi ha dilapidato i consensi”

Caro Luigi, il vero traditore è chi ha dilapidato i consensi

L’artista Ai Weiwei denuncia: “In Germania nazismo ancora vivo. I tedeschi sono brutali”