in ,

Usa, vaccinata incinta, il neonato muore subito dopo il parto: la denuncia dei genitori

Una tragedia che si deve raccontare. Una tragedia che non deve assolutamente ripetersi. La notizia arriva dagli Stati Uniti e la segnalazione ai trova sul sito ufficiale del Vaers, farmacovigilanza vaccinale Usa. Una donna incinta – rassicurata da medici e “esperti” – si era sottoposta al vaccino al 3° trimestre di gravidanza. Quando è arrivato il momento del parto, però, il bambino è morto subito dopo essere nato e dopo aver sanguinato da naso e bocca. Il fatto eclatante è che la morte del neonato è registrata nel database del VAERS, la farmacovigilanza vaccinale USA, sotto la dicitura “morte neonatale”. Il bambino è morto il 7 ottobre, un giorno dopo la sua nascita. (Continua a leggere dopo la foto)

La storia, ripresa da Renovatio21, è quella di una donna che da incinta è stata esposta alla prima e alla seconda dose di vaccino mRNA-1273 Moderna il 19 luglio e il 13 agosto 2021. Dopo che il bambino è stato partorito il 6 ottobre, le infermiere lo hanno immediatamente intubato e gli hanno somministrato ossigeno quando hanno notato che sanguinava dalla bocca e dal naso, e lo hanno trasferito presso l’unità di terapia intensiva neonatale. “Nella terapia intensiva neonatale, il risultato dell’esame ha mostrato coagulazione del sangue anormale, emorragia polmonare e disfunzione cardiaca”, descrive il documento. (Continua a leggere dopo la foto)

Il rapporto aggiungeva che il padre del bambino “sospettava che la morte del neonato fosse correlata al vaccino e aveva intenzione di richiedere un risarcimento per le lesioni da vaccino”. La notizia arriva nel momento in cui in Canada si discute di un improvviso aumento dei bambini nati morti da madri completamente vaccinate mentre erano incinta. Al momento, non pare esserci una indagine approfondita sulla possibile correlazione tra vaccinazione in gravidanza e bambini nati morti. (Continua a leggere dopo la foto)

Ti potrebbe interessare anche: Paragone ed Heather Parisi : “Giù le mani dai bambini”. Parte la raccolta firme contro il vaccino ai bimbi

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Il virus non andrà più via”: la cupa ‘profezia’ della Capua

Natale chiusi in casa. Bassetti a ruota libera. Ecco cosa propone