x

x

Vai al contenuto

Ferragni da Fazio, polemiche e accuse. Max Del Papa: “Una celebrazione sconcia” (VIDEO)

Pubblicato il 04/03/2024 10:49

C’era grande attesa da parte del pubblico per l’intervista di Chiara Ferragni da Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa. Il Codacons si era scagliato contro la trasmissione per la mancanza di un contraddittorio. E aveva pubblicato dieci domande che Fazio avrebbe dovuto leggere all’influencer. Domande che il conduttore ha evitato di porre perché, parole sue, “io non sono un giudice o un magistrato”. Un “elegante vaffa****” rivolto all’Associazione Consumatori”, come commenta il quotidiano Libero. Ci si poteva aspettare perlomeno che Fazio facesse il suo mestiere di giornalista. Invece, sin dall’ingresso in studio di Chiara, salutata con applausi entusiasti dal pubblico presente, è stato chiaro che quella di ieri sarebbe stata una passerella per permettere all’influencer di dire ciò che voleva senza troppi intoppi. Così, se la discrezione sugli affari privati di Ferragni con Fedez è stata apprezzabile, molte polemiche ha sollevato “l’arrendevolezza” di Fazio sulle questioni pubbliche più spinose che riguardano la bionda influencer. (continua dopo la foto)

Senza entrare nel merito delle molte indagini in corso, l’intervista infatti è stata incentrata sul caso Balocco. E Ferragni ha in pratica scaricato sul pubblico la colpa della “mancata comprensione” dei messaggi pubblicitari che hanno portato alla pesante multa comminata dall’Antitrust. “Se le persone hanno frainteso”, ha ripetuto ancora una volta Chiara, “vuol dire che le cose potevano essere fatte meglio. Da lì è cominciata una fase di grande cambiamento”. La linea dell’influencer è sempre la stessa. “Pensavo di non aver fatto nulla di sbagliato”, ha ribadito infatti a più riprese. “Avevo fatto in totale buonafede, alcune persone hanno frainteso. Chiedo scusa, non farò più operazioni di questo genere”. E meno male, verrebbe da dire. E ancora: “Restituirò tutto. Io non sono convinta che la beneficenza vada fatta in forma privata, fatta pubblicamente può creare emulazione, accendere un faro”. (continua dopo il video)

< >

L’apparizione di Ferragni a Che Tempo Che Fa, però, ha scatenato reazioni molto dure in Rete e da parte di molti commentatori. Particolarmente severo Max Del Papa sul blog di Nicola Porro. “Da Fazio zero domande e nessuna risposta”, ha scritto il giornalista. “Chiara Ferragni e Fazio, una celebrazione sconcia. L’influencer fa la vittima, Fabio loda la presunzione di santità”. Nemmeno sui social l’autodifesa senza contraddittorio di Ferragni ha convinto gli utenti. Qualcuno, ricordando il famoso slogan esibito a Sanremo, ha ironizzato con un “Sentiti fraintesa”. Altri commenti ci vanno ancora più pesante. “Il fraintendimento per ora la Procura la chiama Trutta Aggravata”, scrive un utente in un messaggio che ne riassume molti altri. “E ci sta dando anche dei minorati che non hanno capito il suo messaggio”. Un altro commento sottolinea come Ferragni abbia “perso un’occasione per chiedere scusa pubblicamente”. (continua dopo la foto)

Non solo: anche i fan dell’influencer, o almeno alcuni di loro, ci sono rimasti male. “Ho trovato tutto ridicolo, una buffonata”, è lo sfogo di una follower. “Credo che Chiara abbia perso il contatto con la realtà”. “Quando la priorità resta quella di avere l’approvazione della gente per poter continuare a lavorare sui social, allora c’è davvero qualcosa che non va”, si sfoga un altro utente. Insomma, non è piaciuta l’intervista “in ginocchio” di Fazio, come alcuni l’hanno definita. E non è piaciuta l’insistenza di Ferragni sulla linea del “sono innocente, non mi hanno capita”. Nemmeno al Codacons, naturalmente. Che ha bocciato al 100% l’intervento di Chiara. “Ferragni deve toggliersi si bocca e parole fraintendimento e buona fede”, si legge in un comunicato. “Perché quando un pandoro viene venduto attraverso comunicati stampa e cartigli che lasciano intendere ai consumatori l’esistenza di un legame tra vendite e donazioni in favore dei bambini malati di cancro, non può esserci alcun tipo di fraintendimento”.