x

x

Vai al contenuto

“Li detesto”. Vittorio Feltri durissimo a L’Aria che Tira: panico in studio, Parenzo reagisce così (VIDEO)

Pubblicato il 24/10/2023 14:17 - Aggiornato il 29/11/2023 15:33

Il mondo continua a seguire con apprensione quanto sta accadendo attorno alla Striscia di Gaza, a seguito dell’attacco lanciato da Hamas contro Israele. Con il rischio che il conflitto possa espandersi anche ai Paesi vicini, creando conseguenze ancora difficili da immaginare. Un tema che continua a infiammare anche i salotti televisivi, come accaduto durante l’ultima puntata del programma L’Aria che Tira, condotto da David Parenzo su La7. Nel corso della trasmissione, è stato mostrato un servizio con la reazione dei prigionieri palestinesi nelle mani dell’esercito israeliano, accusando i vertici di Hamas di aver scatenato una guerra mentre loro si tengono al sicuro. Tra gli ospiti anche il giornalista Vittorio Feltri, che ha infiammato la discussione. (Continua a leggere dopo la foto)
“Mentalità del ca***, querela immediata”. Castelli esplode contro il giornalista del Fatto: caos in studio (VIDEO)
>>> “Chiamate un’ambulanza”. Tra Di Battista e Parenzo volano insulti clamorosi: caos a Dimartedì (VIDEO)

feltri l'aria che tira

Vittorio Feltri, direttore editoriale del Giornale, ha infatti commenta che la versione dei miliziani è “un po’ edulcorata”. Insomma, a suo dire parlerebbero così perché prigionieri. Sulla risposta di Israele, il giornalista non ha avuto invece dubbi: “Noi tutti gioiamo all’idea che due donne sono state liberate, ma tutti gli altri tutti gli altri ostaggi? Ma perché si sequestrano i civili? Che modi sono questi di fare la guerra?”. (Continua a leggere dopo la foto)

feltri l'aria che tira

Per Feltri la violenza dell’attacco di Hamas giustifica una reazione forte: “Qualsiasi risposta da Israele sarà legittimata dal tipo di provocazione. Inutile dire che non ci deve essere la vendetta, che è una parola brutta ma quando entrano in casa tua, ti portano via i figli, decapitano e sequestrano non è che tu diventi un simpatizzante di chi ha commesso tutto questo”. (Continua a leggere dopo la foto)

feltri l'aria che tira

Insomma, “io sono ostile – ha dichiarato Feltri – Sono anche convinto che la sotto-cultura islamica produca questi fenomeni, per quel poco che ho appreso dei musulmani sono tutti portati alla violenza. C’è chi li adora, io invece li detesto“. Parenzo ha risposto: “Eh addirittura…”. Dacia Maraini ha commentato: “Non si tratta di adorare, ma un popolo è fatto è fatto di molti individui”. E Antonio Carprarica: “Eviterei generalizzazioni, anche se l’Islam parla di guerra santa…”.

Ti potrebbe interessare anche: “186 miliardi in fumo”. Così le multinazionali “fregano” l’Italia: lo studio choc, cifre da capogiro