x

x

Vai al contenuto

“Mentalità del ca***, querela immediata”. Castelli esplode contro il giornalista del Fatto: caos in studio (VIDEO)

Pubblicato il 29/11/2023 15:32

Un dibattito decisamente acceso, per usare un eufemismo, quello andato in scena durante l’ultima puntata del programma L’aria che Tira, in onda su La7. Durante la trasmissione si è parlato del flop di Roma, arrivata terza nella sfida per Expo 2030 superata da entrambe le altre candidare, l’araba Riad (che ha fatto il pieno di voti destando i sospetti dell’ambasciatore Giampiero Massolo, presidente del comitato organizzatore italiano) e la sudcoreana Busan. Collegato con lo studio c’era Roberto Castelli, ex ministro della Giustizia e storico esponente della Lega, che ha salutato con affetto Letizia Moratti per poi scontrarsi invece molto duramente con Gianni Barbacetto. (Continua a leggere dopo la foto)
“Li detesto”. Vittorio Feltri durissimo a L’Aria che Tira: panico in studio, Parenzo reagisce così (VIDEO)

castelli barbacetto l'aria che tira

Barbacetto, giornalista del Fatto Quotidiano, aveva infatti sottolineato come “Roma dovrebbe festeggiare per la sconfitta”. Sostenendo che eventi come l’Expo siano delle mangiatoie di soldi pubblici che puntualmente attirano corruzione e malaffare. Castelli ha replicato: “All’Expo di Milano ho partecipato da viceministro delle Infrastrutture, nel mio piccolo. Barbacetto non vuole fare un altro Expo? Fosse per me lo farei domani mattina”. (Continua a leggere dopo la foto)

castelli barbacetto l'aria che tira

“Per dar da mangiare ai costruttori – lo ha provocato Barbacetto – gli unici che ci guadagnano sono i costruttori”. Castelli ha replicato subito: “Se io fossi un costruttore la querelerei immediatamente, questa qua è proprio una mentalità del cavolo, mi fa piacere che anche Davigo l’abbia rifiutata”. (Continua a leggere dopo la foto)

castelli barbacetto l'aria che tira

“Per l’Expo a Milano sono stati arrestati tutti i dirigenti apicali tranne Sala” ha ricordato Barbacetto, imperterrito. Ma Castelli gli ricorda: “Non ne è stato condannato neanche uno”. Il conduttore David Parenzo a quel punto ha interrotto interrompe i due litiganti: “Due minuti di pubblicità”.

Ti potrebbe interessare anche: “Non vorrei rovinarle il programma…” Parenzo, primi guai a L’Aria che Tira: sale la tensione in studio (VIDEO)