in

“Facciamo causa contro l’obbligo vaccinale”: schiaffo in faccia al presidente Biden

Brutte notizie per Joe Biden, alle prese con un vero e proprio massacro mediatico da settimane per il ritiro delle truppe americane dall’Afghanistan e ora sotto attacco anche per la gestione della pandemia: l’Arizona è infatti il primo Stato degli Usa che ha deciso di intraprendere una causa contro l’obbligo di vaccinazione anti-Covid annunciato dall’amministrazione del presidente degli Stati Uniti per 80 milioni di lavoratori statunitensi.

Il documento è composto da 15 pagine ed è stato presentato dal procuratore generale dell’Arizona Mark Brnovich. Nella causa, si sostiene che l’obbligo di vaccinazione introdotto dalla Casa Bianca comporta una violazione dell’Equal Protection Clause, letteralmente “Clausola di parità di protezione”, favorendo gli immigrati irregolari che sono esentati di fatto dalla necessità di ricevere la somministrazione a causa della particolarità del loro status legale, diverso da quello dei cittadini statunitensi.

Stando a quanto sostenuto dall’Arizona, i cittadini stranieri presenti illegalmente sul territorio degli Stati Uniti si trovano così nella situazione di poter “proteggere la loro libertà e la loro autonomia fisica più di quanto possano fare i cittadini statunitensi”. Un passaggio che rischia di trasformarsi in un pericoloso spartiacque per Biden: nelle prossime settimane, infatti, altre iniziative simili potrebbero essere intentate da una dozzina di Stati americani, quelli a maggioranza repubblicana.

Una polemica nata dopo che il presidente Usa ha firmato un ordine esecutivo per rendere il vaccino obbligatorio per i dipendenti federali, annunciato di persona alla nazione. A differenza di quello europeo, il Green pass americano non prevede come alternativa la possibilità di sottoporsi a tampone. La decisione dell’Arizona, però, rischia di smontare subito il castello costruito con fatica da Biden, che proprio in queste settimane sta vivendo una flessione negli indici di gradimento degli americani.

Ti potrebbe interessare anche: La Sicilia torna in giallo? Per l’assessore Razza la colpa è dei non vaccinati

Ci mancava solo l’esercito europeo: il piano von der Leyen per la difesa comune

“La terza dose del vaccino non serve”: lo studio che smentisce il governo