in

“È una misura discriminante e mortificante”. Cosa chiedono i sindacati delle forze dell’ordine

Con un comunicato congiunto il gruppo dei sindacati delle forze dell’ordine esprime la propria contrarietà in merito alla “misura abietta, discriminante e mortificante” del Green Pass.

“È una misura surrettizia che si prepone come obiettivo dichiarato quello di forzare l’adesione vaccinale facendo leva sul diritto al lavoro e sulle libertà inviolabili dell’uomo”, scrivono il Coordinamento Sindacale Appartenenti Polizia, la Federazione Sindacale Co.S.P. Coordinamento Sindacale Penitenziaria, il Sindacato dei Militari, la Federazione Lavoratori Militari, Sindacato Finanzieri Democratici. (Continua dopo la foto)

Dure le parole del gruppo dei sindacati rivolte al governo. “Abbiamo amaramente registrato il fatto che il Presidente della Repubblica si sia ben guardato dal fermarne l’avvento”, affermano coralmente i sindacati, i quali poi chiedono, “in attesa che la giustizia giusta cancelli l’inaccettabile costrizione alla quale il Governo dei migliori ha già assoggetto milioni di cittadini, le amministrazioni si facciano carico delle spese connesse alla somministrazione dei tamponi”. (Continua dopo la foto)

È possibile leggere il testo integrale del comunicato stampa trasmesso dai sindacati al seguente link: https://www.ilparagone.it/wp-content/uploads/2021/09/comunicato-congiunto.pdf

Miocardite e pericardite dopo il vaccino: 5 casi in Sicilia, tutti giovanissimi

Italiani a rischio estinzione? L’allarme dell’Istat, cosa succederà nei prossimi anni