in

“David Rossi è stato ucciso, non si è suicidato”. Il nuovo audio choc nel servizio de Le Iene

Antonino Monteleone e Marco Occhipinti de Le Iene sono tornati sulla morte nel 2013 del manager del Monte dei Paschi David Rossi, raccontando nella puntata del 12 ottobre del lavoro e del sopralluogo a Siena della Commissione parlamentare d’inchiesta, istituita da poco dopo ben 16 servizi e uno speciale sui suoi molti misteri del caso. Anche la commissione si chiede come tutti se è stato davvero un suicidio, come è stato archiviato, o un omicidio. I giornalisti hanno inoltre fatto sentire un nuovo audio clamoroso. Dagospia ha ripreso il contenuto della puntata: “Sul servizio delle Iene il presidente della Commissione d’inchiesta Zanettin ha avuto uno scambio di battute via Twitter con Guido Crosetto: ‘Sono colpito dal servizio delle Iene sulla morte di David Rossi – scrive l’esponente di Fdi -. Pazzesca l’omertà che circonda la vicenda. Sconvolgente il comportamento della magistratura’. ‘Posso assicurare – ha replicato subito Zanettin – che la commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di David Rossi, che presiedo, sta facendo tutto il possibile per arrivare alla verità. Siamo in procinto di disporre nuove perizie e nuove audizioni per colmare le lacune delle indagini della magistratura’”. (Continua a leggere dopo la foto)

Oggi, giovedì 14 ottobre, alle ore 11, presso l’aula del IV piano di Palazzo San Macuto, “la Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di David Rossi svolge l’audizione di Antonino Monteleone e Marco Occhipinti, giornalisti de Le Iene che hanno trasmesso una intercettazione ambientale nella quale un ex parlamentare, Giancarlo Pittelli, al suo interlocutore dice di sapere come sarebbe morto David Rossi: ‘E se riaprono le indagini sulla morte di Rossi succederà un casino grosso’, dice. ‘Se si sa chi l’ha ammazzato’, aggiunge, precisando, ‘non si è suicidato, non si è suicidato Rossi non si è suicidato. Rossi è stato ucciso'”. (Continua a leggere dopo la foto)

David Rossi, prima della sua morte, stava indagando su festini a luci rosse che si svolgevano a Siena ai quali avrebbero partecipato importanti magistrati. “Un’indagine forse scomoda a qualcuno. Tra depistaggi e dichiarazioni bomba scomparse dai fascicoli, le anomalie attorno al caso sono svariate, come osservato anche alla Camera dall’onorevole Walter Rizzetto, tra i primi a battersi per l’istituzione parlamentare d’inchiesta sulle percosse subite da Rossi prima della morte e sulla mancanza di controlli dei tabulati telefonici, oltre che sui vestiti mai analizzati, istologico mai eseguito, fazzoletti sporchi di sangue andati distrutti e mai analizzati, telecamere mai analizzate e così via”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Tornando all’intercettazione choc, Le Iene hanno aggiunto maggiori dettagli sull’ex parlamentare oggi agli arresti domiciliari. Pittelli è stato rinviato a giudizio in uno dei maggiori processi contro la ‘ndrangheta. Secondo l’accusa sarebbe un massone che svolgerebbe l’anello di congiunzione tra ‘ndrangheta e colletti bianchi e il giorno del suo arresto nel suo studio c’era anche l’avvocato Mussari, ex capo di David Rossi”.

Ti potrebbe interessare anche: Oxfam: “Vaccini, Big pharma ha fatto pagare agli Stati fino a 24 volte il loro costo di produzione”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Lamorgese sapeva ma non ha fermato l’assalto alla Cgil: la folle ammissione in Aula

Paragone: “Non mosterò il Green pass per entrare in Parlamento”