Vai al contenuto

“Anche nel cu**”. Incredibile Francini: come asfalta “i sinistri”. Il siparietto con Sgarbi (VIDEO)

Pubblicato il 27/05/2023 13:33 - Aggiornato il 30/05/2023 11:10
Chiara Francini Sgarbi sinistri

La coppia che non ti aspetti. Chiara Francini e Vittorio Sgarbi protagonisti di un divertente siparietto che ha fatto ridere tutti. Il tutto è andato in scena nella puntata del 25 maggio di “Carta Bianca“, il programma di Rai3 condotto da Bianca Berlinguer. L’attrice e scrittrice ha letto un estratto del suo nuovo libro “Forte e Chiara” nel quale ironizza sui “sinistri“, di fatto asfaltando la sinistra stessa. Ha sferzato con ironia contro i finti “compagni” interessati solo all’apparenza e poco alla sostanza. Il suo intervento ha fatto scoppiare a ridere proprio Vittorio Sgarbi che era in collegamento. Ma cosa ha detto? (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Niente a che fare, basta!”. Cacciari sbotta e disintegra il Pd e Elly Schlein (VIDEO)
>>> Dopo Fazio e Annunziata ecco la nuova Rai. Nomi di grido e grandi ritorni. Tutte le novità
>>> “Dettato dal letto dell’ospedale”. Ecco l’ultimo articolo di Maria Giovanna Maglie

Chiara Francini ha letto un estratto del suo libro, facendo impazzire Sgarbi e lo studio di “Cartabianca”. “I Sinistri – scrive – sono quasi sempre dei ricchi che si vergognano d’esserlo e vorrebbero essere nati poveri, per poter essere considerati intelligenti. I Sinistri sono ricchi di famiglia. Borghesi.[…]. Ai Sinistri non frega assolutamente nulla del comunismo, di Berlinguer, degli operai, del lavoro, dei diritti, del teatro, delle minoranze, della cultura come strumento rivoluzionario di rivendicazione, non gliene frega assolutamente niente. A loro interessa solo apparire di sinistra e quindi dalla parte del giusto”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> “Avete sempre cavalcato questa cosa!”. Cruciani sbotta e asfalta Malpezzi e il Pd: sbugiardati (VIDEO)

Chiara Francini, i “sinistri” e le risate di Sgarbi

Continua Chiara Francini: “Nulla ti arricchisce più della povertà. ‘Sinistra’ è un termine che hanno profondamente risemantizzato. I sinistri sono come quelli che sputano in aria e ti vogliono spiegare che piove. Sono così ossessionati dall’apparire pauperistici che, pur abitando in palazzetti con dei Botero attaccati ai muri, spesso dormono nelle dépendance della servitù. Sentendosi poeti maledetti. Con le boiserie anche nel culo“. Applausi, anche da parte di un divertito Vittorio Sgarbi.

Ti potrebbe interessare anche: “Ecco dove finiscono i soldi dell’Emilia devastata!” Bonaccini nella bufera: “Donazione milionaria”