x

x

Vai al contenuto

Autovelox in autostrada, cambia tutto: arriva Vergilius. In cosa è differente dal Tutor (e dove è già attivo)

Pubblicato il 13/02/2024 14:01

Non c’è pace per gli automobilisti. E stavolta nemmeno Fleximan potrà farci niente. Perché è in arrivo un nuovo sistema di controllo della velocità in autostrada e sulle strade extraurbane molto diverso da quelli a cui eravamo abituati. Sinora c’era il Tutor, che rilevava la velocità media fra due portali. Ma con l’arrivo di Vergilius, per chi viaggia sui tratti autostradali o extraurbani cambierà tutto. Perché il nuovo sistema, oltre a essere più preciso, non si limita a calcolare le velocità medie. Ma può monitorare anche la velocità istantanea nel momento in cui l’auto passa sotto le videocamere. Esattamente come un normale autovelox. (continua dopo la foto)

Come il Tutor, Vergilius viene tarato per calcolare un limite di tolleranza del 5% sui limiti imposti. In pratica, se il limite è a 130, i guidatori se la caveranno non superando la soglia dei 136.5 chilometri orari. Oltre, scatteranno le multe secondo le modalità consuete. Sanzione pecuniaria sino a 10km orari oltre il limite, perdita dei punti progressiva per le velocità superiori. Vergilius, peraltro, è già installato e operativo in alcune tratte extraurbane particolarmente a rischio. La SS1 Aurelia, la SS7 quarter Domitiana, la SS 309 Romea, la SS145 Var Sorrentina e l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Fate attenzione.

potrebbe interessarti anche https://www.ilparagone.it/attualita/miocarditi-il-vaccino-fa-peggio-del-virus-lo-studio-che-smonta-unaltra-balla-di-big-farma-cosa-e-stato-scoperto/