in

“13mila morti post vaccino”, il rapporto Usa che non vogliono farvi vedere. Ecco cosa dice

Non è una teoria da complottasti e nemmeno da No Vax, qui a parlare sono semplicemente i dati. In America esiste un database, VAERS, che raccoglie gli eventi avversi ai vaccini. Nell’ultimo aggiornamento il numero dei morti segnalati post vaccinazione anti-Covid è arrivato a 13.068.  

Il database VAERS contiene al momento 1,037 pagine ognuna delle quali riporta in dettaglio una decina di eventi avversi mortali, con data, età e eventuali patologie della persona morta e data della vaccinazione. (Continua dopo la foto)

Sono, dunque, migliaia le persone che risultano essere morte a seguito della vaccinazione. Non può non essere osservato un aspetto che mette in evidenza la redazione del blog di Nicola Porro: “Questo dato è 65 volte più alto di quello registrato per tutti gli altri vaccini messi assieme”. Infatti, mentre “la media annuale delle segnalazioni è di meno di 200 decessi. Qui dopo circa 7 mesi i morti segnalati sono (13 mila diviso 200) 65 volte di più, se l’aritmetica non è una opinione”. (Continua dopo la foto)

Sempre secondo la redazione del blog, inoltre, partendo dai dati rilevati negli Usa sarebbe possibile calcolare la proporzione che dovrebbe essere segnalata in Italia. “Facciamo la proporzione di quanti sono vaccinati in Usa e Italia (5 volte di più): 13 mila diviso 5 = 2.200 (circa). Insomma, in base all’incidenza dei decessi post vaccino rilevata dalle autorità sanitarie Usa, in Italia dovremmo avere 2.200 morti connessi alla vaccinazione allo stesso modo. AIFA invece ne riporta meno di 500″.

Cosa ne pensate? Noi una idea ce la siamo fatta e non ci piace per niente, i dati parlano.

Milioni di italiani impantanati nel paradosso dei guariti che restano senza Green Pass

Dai presidi-sceriffi al Grande Fratello virtuale: il Green Pass a scuola è già una comica