in

Miracolo! Tutti, da destra a sinistra, si sono accorti di colpo che l’Europa è cattiva (e profondamente ingiusta)

Pubblicato il 28/03/2020 11:39

Folgorati all’improvviso come San Paolo sulla via di Damasco, i nostri politici si sono di colpo accorti, senza eccezioni, delle magagne e delle ingiustizie che l’Europa si trascina dietro da anni, finora accettate con il sorriso sulle labbra e ora, di colpo, diventate insostenibili. L’emergenza coronavirus sta portando al pettine i nodi un po’ in ogni Stato del mondo e Bruxelles, da questo punto di vista, non fa eccezione. Contro l’Ue dalle casseforti sempre chiuse, mai disposta a venire incontro ai singoli Paesi nemmeno nelle ore più buie, si sono di colpo schierati tutti i partiti, uniti come mai lo erano stati fino a oggi.

Miracolo! Tutti, da destra a sinistra, si sono accorti di colpo che l'Europa è cattiva (e profondamente ingiusta)

I giornali, da destra a sinistra, riempono le prime pagine di attacchi feroci ai “rigoristi del Nord”, incarnati nell’immaginario collettivo dalla Germania di Angela Merkel. Come se l’Europa avesse di colpo cambiato il proprio volto, un Giano bifronte che soltanto oggi mostra alla luce del sole la metà peggiore della sua faccia. Senza l’onestà intellettuale di ammettere che, molto più semplicemente, l’Unione è sempre stata questa, accettata tacitamente da tutti quelli che, negli anni, l’hanno difesa a spada tratta. C’è quando deve esigere il rispetto di parametri ferrei, predicare il rigore. Sparisce in una nuvola di fumo all’improvviso quando invece dovrebbe essere d’aiuto a chi ne ha bisogno. Lo ha sempre fatto, lo fa anche oggi.

Miracolo! Tutti, da destra a sinistra, si sono accorti di colpo che l'Europa è cattiva (e profondamente ingiusta)

In vent’anni noi italiani abbiamo concesso senza ribellarci all’Unione, germano-centrica fin da subito, di privarci piano piano di ogni capacità decisionale sul fronte monetario, bancario, industriale. I tedeschi sono riusciti in questo modo a trasformare la loro economia in un pilastro solidissimo, inattaccabile. Noi gli siamo andati incontro, sacrificando l’eccellenza e la competitività delle nostre manifatture in nome di un presunto bene comune che, al dunque, era soltanto il bene degli altri. E quell’euro che inizialmente era venuto in soccorso di un’Italia fragile si è rivelato negli anni un pericoloso veleno, che ha finito per indebolirci dopo averci illuso.

Miracolo! Tutti, da destra a sinistra, si sono accorti di colpo che l'Europa è cattiva (e profondamente ingiusta)

L’Ue non funziona sotto nessun punto di vista, nemmeno quello del rispetto dei diritti umani. Altrimenti qualcuno ci spieghi cosa ci fa, ad esempio, un signore come Orban al fianco di Paesi come la Francia o la Spagna. Un’Europa ingiusta sotto ogni profilo: salva le banche tedesche ma lascia affondare le altre, permette ai Paesi del nord Europa un disimpegno totale nell’aiuto ai migranti e tuona severa quando invece sono altri (Italia in primis) a faticare ne dare accoglienza a chiunque la richieda. Ma la situazione è questa da sempre. Ed è un peccato che soltanto adesso molti se ne stiano accorgendo.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.ilparagone.it/attualita/coronavirus-governo-alitalia-mes/

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Dalla Germania alla Francia, tutti i governi in campo per aiutare i cittadini. Mentre l’Italia aspetta ancora Bruxelles

Un disastro chiamato Arcuri. Mascherine, respiratori, cronaca di un fallimento