x

x

Vai al contenuto

“Resti biologici non umani”. Ufo, choc al Congresso Usa: la rivelazione dell’ex Intelligence. “Ora la verità”

Pubblicato il 27/07/2023 11:00
Ufo David Grusch Congresso Usa

Negli Stati Uniti torna prepotentemente d’attualità il tema Ufo. E torna d’attualità direttamente al Congresso Usa, il quale ha chiesto al governo americano la verità sugli alieni. Nel corso di un’audizione pubblica, sono stati infatti ascoltati tre testimoni che hanno avuto esperienza diretta di questi incontri. Fra questi David Grusch, un ex funzionario dell’intelligence e veterano dell’aviazione Usa, il quale ha ribadito – in un contesto pubblico davanti ai deputati – di essere a conoscenza, “tramite informazioni ricevute da altri”, del fatto che gli Stati Uniti sono in possesso di “astronavi aliene” e hanno rinvenuto “resti biologici non umani” nelle aree in cui la astronavi si sono schiantate. Ma non è tutto. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Ritirati!”. Biden, gaffe clamorosa sui morti del Covid: la frase choc (VIDEO)
>>> “Prima i nazisti ora i no vax”. Repubblica choc: cosa sono riusciti a scrivere. L’articolo-vergogna

Nella sua audizione David Grusch ha anche accusato gli Usa di “nascondere da decenni un programma” per catturare gli Ufo. L’ex funzionario dell’Intelligence ha poi riferito al Congresso che nel 2019 gli fu chiesto dal capo della task force governativa sugli Uap di identificare tutti i programmi top secret relativi alla missione. Grusch, che all’epoca prestava servizio nel National Reconnaissance Office, ha detto ai deputati che nel corso dei suoi compiti ufficiali “fui informato di un programma che andava avanti da decenni per il recupero e lo studio di rottami di Uap, al quale mi fu negato l’accesso“. Alla domanda se il governo abbia informazioni su forme di vita extraterrestri, Grusch ha replicato che probabilmente gli Usa sono a conoscenza di attività “non umane” già a partire dagli anni ’30 del Novecento. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Virus ed emergenza clima.” La Capua se ne inventa un’altra pur di andare in Tv: “Senza vergogna!”

Ufo, non solo David Grusch al Congresso Usa: gli altri due

L’evento al Congresso Usa ha ovviamente scatenato subito la bufera. Come riporta LaStampa, il Pentagono si è affrettato a smentire le affermazioni di David Grusch. Secondo lui, però, questo fa parte di un processo di “insabbiamento a livello governativo sugli Ufo”. Oltre a Grusch hanno raccontato le loro esperienze ai deputati anche due ex piloti della Marina, Ryan Graves e David Fravor, scendendo nel dettaglio dei loro avvistamenti in volo. In particolar modo Fravor ha descritto il suo faccia a faccia con gli Ufo nel 2004, vicino San Diego, dove avvistò – durante un’operazione – un enorme oggetto che sorvolava a pelo l’acqua. Le telecamere ripresero tutto e successivamente il video venne reso pubblico proprio dal Pentagono. Ora, i racconti dei tre testimoni hanno rafforzato la volontà del Congresso di far luce sugli Ufo.

Ti potrebbe interessare anche: “Censurate il premio Nobel!” Le sue idee sull’emergenza clima non piacciono ed ecco cosa gli succede