x

x

Vai al contenuto

“Ucciso con una fiocina a un semaforo”. L’orrore, poi il super arresto dei carabinieri (VIDEO)

Pubblicato il 28/08/2023 09:22 - Aggiornato il 28/08/2023 12:37
Sirolo omicidio fiocina algerino

Continua la tremenda scia di violenza in Italia. Dopo il racconto choc di qualche giorno fa, quando a Genova un barbone ha mandato in coma una signora a colpi di sassate, ora siamo a un omicidio davvero assurdo. Un ragazzo di 23 anni è stato infatti ucciso da un algerino a colpi di fiocina. Il motivo? Una mancata precedenza. Il giovane è stato ucciso in strada a Sirolo, in provincia di Ancona, in mezzo alla gente lungo la centrale via Cilea. Secondo le prime informazioni riportate da Il Giornale, il tutto sarebbe partito da un diverbio tra due automobilisti per una mancata precedenza. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Ecco cosa causa”. Proteina Spike, studio choc: l’ultima scoperta. La conferma che aspettavamo
>>> “Immigrati pericolosi, Ong e rimpatri: ecco cosa faremo”. Pugno duro del governo, ecco il piano migranti

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la vittima era in auto con un sua amico mentre l’aggressore su un altro veicolo. Ad un certo punto, forse durante una discussione stradale, il secondo uomo avrebbe tirato fuori un fucile da sub e colpito l’altro automobilista con una fiocina per poi darsi alla fuga. Scene di una follia inaudita che stanno letteralmente terrorizzando il nostro Paese. Il killer algerino, dopo l’omicidio, si è allontanato dal luogo del delitto, fuggendo con la macchina da Sirolo. Dopo alcune ore, è stato fermato dai carabinieri a Falconara dove vagava a dorso nudo imbracciando ancora quello che per gli inquirenti è l’arma del delitto (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Tutti tranne lui”. Il veto Mediaset a Berlinguer: chi non può assolutamente invitare nel suo nuovo programma su Rete4

Sirolo, preso l’algerino dopo l’omicidio: aveva la fiocina con sé

L’unica certezza, al momento, è che il diverbio sarebbe nato proprio per una mancata precedenza stradale e che l’assassino al culmine della lita ha impugnato la fiocina. Immediatamente sul posto sono stati chiamati i soccorsi e i carabinieri. Le cure al giovane colpito, però, non sono servite a salvargli la vita. Il 23enne, infatti, sarebbe morto sul colpo mentre il suo aggressore si dava alla fuga. Si tratta di un 30enne algerino che si era dileguato in auto dopo l’omicidio. Un vero e proprio choc per la tranquilla Sirolo. QUI IL VIDEO dell’arresto

Ti potrebbe interessare anche: Oltre 300 morti improvvise a luglio in una sola città. I dati del comune italiano sono sconcertanti. È allarme