Vai al contenuto

“Quanto gli resta da vivere”: la verità sulle condizioni di salute di Matteo Messina Denaro

Pubblicato il 18/01/2023 13:33 - Aggiornato il 18/01/2023 15:52

Non appena la notizia dell’arresto di Matteo Messina Denaro ha iniziato a fare il giro del mondo, al termine di un’operazione che ha messo fine a una latitanza durata 30 anni, in molti hanno iniziato a interrogarsi sulle condizioni di salute del boss mafioso. Arrestato, non a caso, nella clinica privata Maddalena di Palermo, dove si era presentato con il falso nome di Andrea Bonafede e dove si recava in maniera periodica per sottoporsi a delle cure. A Matteo Messina Denaro era stato infatti da tempo diagnosticato un tumore al colon, con metastarsi epatiche. Una brutta malattia che lo costringeva a recarsi nella struttura a intervalli regolari per i trattamenti di chiemioterapia. Ma quali sono, di preciso, le condizioni di salute dell’ex super latitante? E quali le sue aspettative di vita? (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Un eroe italiano”. La cattura di Messina Denaro è stata dedicata a Filippo Salvi. Chi era il maresciallo dei carabinieri

messina denaro tumore

Stando a quanto riportato dalla testata Libero Quotidiano, le condizioni di salute di Matteo Messina Denaro non gli lascerebbero molte speranze. Anzi: il tumore al colon è il secondo tipo più frequente nel nostro Paese ma anche uno dei più letali, visto che la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è solitamente del 65%. (Continua a leggere dopo la foto)

Messina Denaro e la malattia: quanto gli resta a causa del tumore

Stando ad altre indiscrezioni pubblicate dal Corriere della Sera, il boss mafioso sarebbe stato già operato due anni fa. Successivamente, però, la comparsa di metastasi al fegato aveva fatto sì che fosse necessario un altro intervento. Al momento della cattura, Matteo Messina Denaro si trovava in trattamento con chemioterapia. (Continua a leggere dopo la foto)

Il trattamento viene solitamente prescritto per prolungare la sopravvivenza del paziente e contrastare i sintomi della patologia. Va seguito per diversi mesi e può essere affiancato dal ricorsi a farmaci a bersaglio molecolare. Stando al Corriere, “a oggi la sopravvivenza di un paziente con cancro al colon retto metastatico può raggiungere in media 24-36 mesi”.

Ti potrebbe interessare anche: “Un eroe italiano”. La cattura di Messina Denaro è stata dedicata a Filippo Salvi. Chi era il maresciallo dei carabinieri