in ,

Il “trucco del contatore” e come accorgersene. Dilaga la truffa e il caro bollette diventa una piaga

Quando si tocca la disperazione si è disposti a tutto, anche ad arrivare al furto del gas. È questo infatti che si sta verificando in molte case degli italiani. Come spiega Alessandra Ziniti su Repubblica, siamo a una “nuova frontiera dei furti di energia, una fattispecie da tempo consolidata nel nostro Paese, ma che negli ultimi mesi fa segnare un trend in crescita e soprattutto un’allarmante estensione al gas metano”. Ma come funziona? Come ci accorgiamo se ci stanno rubando il gas? “Un contratto regolare di fornitura ma con i consumi azzerati. Il contatore non gira, il gas però passa attraverso un foro praticato su una membrana. Manomissione truffaldina ma soprattutto pericolosa. Fenomeno non ancora registrato dalle statistiche ma che – a giudicare dagli interventi di polizia, carabinieri, polizia municipale e delle stesse imprese di erogazione dei servizi – si aggira su un + 20%, soprattutto nelle regioni del centro e del sud dove il peso della crisi economica si fa più sentire”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Segno dei tempi, diretta conseguenza dell’aumento delle bollette di gas e luce. I furti di energia si stanno moltiplicando con ritmo serrato”, confermano dalla questura di Pescara dopo l’ennesimo intervento su richiesta dei tecnici della rete di distribuzione del metano, che hanno già scoperto una ventina di manomissioni che destano allarme. Perché – spiegano a Repubblica gli investigatori della polizia – “va sottolineato che il furto di energia rappresenta una seria minaccia per la sicurezza e la salute, visto che gli impianti manipolati per rubarla spesso non soddisfano i requisiti standard e potrebbero provocare incendi o scosse elettriche letali”. Il nuovo escamotage utilizzato non ha nulla a che vedere con il classico allaccio abusivo. Ecco come funziona… (Continua a leggere dopo la foto)

“I titolari dei contratti di fornitura di gas metano azzerano di fatto i consumi, chiudendo la valvola del contatore una membrana si frappone tra la rete di distribuzione e l’appartamento o l’esercizio commerciale interessato. Ma basta smontare il contatore e praticare un foro nella membrana per far sì che il gas, per sua natura volatile, passi anche se più lentamente mentre il contatore non riparte, rilevando dunque consumi zero”. Un sistema per aggirare la lettura del contatore, simulando la sospensione della distribuzione del gas e limitandosi a pagare la piccola quota fissa in bolletta. “È un fenomeno che riscontriamo soprattutto nei quartieri popolari – spiega a Repubblica Emilio Torlo, titolare di un’azienda di distribuzione di gas – è chiaro che smontare il misuratore e rimontarlo provocando una dispersione volontaria di gas, bucando e compromettendo un impianto, è un’operazione a rischio”. (Continua a leggere dopo la foto)

Sono in aumento anche i collaudati e meno pericolosi allacci abusivi alle reti elettriche, di gas e di acqua ma va sempre forte anche il magnete piazzato sul contatore in grado di rallentare la misurazione. “Lo conferma il numero di interventi delle ultime settimane da un capo all’altro dell’Italia, soprattutto nelle periferie. Ieri nel quartiere Librino a Catania i carabinieri hanno denunciato quindici persone per furto di energia elettrica e acqua, con allaccio manomesso e direttamente collegato alla rete pubblica. Non solo famiglie che non arrivano a fine mese: anche bar, ristoranti, pizzerie, negozi, alle prese con bollette insopportabili, corrono il rischio della denuncia. E intanto risparmiano quel che possono. A Taranto ammonta a 90.000 euro il danno stimato dalla compagnia elettrica per gli ultimi allacci abusivi scoperti dalla polizia la scorsa settimana”.

Ti potrebbe interessare anche: ITALEXIT PER L’ITALIA al 4,2%, il sondaggio del Corriere della Sera che cambia la politica italiana

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Vaccini, la scienza inizia a riconoscerne i rischi: la prestigiosa rivista internazionale rompe il silenzio

“Le mascherine? Inutili contro il Covid”: lo studio che abbatte uno dei totem della lotta al virus