Vai al contenuto

Meloni e Schlein ai ferri corti (con affondo di Conte). Cosa è successo nei duelli alla Camera [VIDEO]

Pubblicato il 24/01/2024 21:28

Meloni e Schlein, scintille alla Camera – Il botta e risposta che ha contrapposto Giorgia Meloni ed Elly Schlein nell’Aula di Montecitorio è stato una sorta di anteprima della campagna elettorale, in vista delle europee e delle elezioni in alcune Regioni, o anche una anteprima del duello televisivo che è stato annunciato. Il battibecco è avvenuto durante il question time per rispondere a una interrogazione del Pd sulle iniziative volte ad abolire il tetto di spesa per l’assunzione del personale sanitario, che non è certo stato l’unico tema al centro delle schermaglie, così come anche tra la premier e Giuseppe Conte non sono mancate le frecciate al veleno, come vedremo, e forse l’asse Schlein-Conte, stretti in una manovra a tenaglia contro Meloni, sarà la novità futura. Vedremo. Tornando all’oggi, la presidente del Consiglio, considera una “implicita attestazione di stima” il fatto che oggi “chiediate a noi di risolvere tutti i problemi che voi non avete risolto nei dieci anni in cui siete stati al governo”, in merito ai problemi della Sanità pubblica in Italia: “Una eredità pesante”.  (Continua a leggere dopo il VIDEO)
>>> “400 missili dagli Usa”. Incubo guerra nucleare, ora la Corea del Nord fa paura. E a Tokyo…

Schlein e Conte, manovra a tenaglia

E ancora: “Quello dei medici gettonisti è un problema di cui questo governo si è occupato dall’inizio del suo insediamento”, un “fenomeno odioso su cui siamo intervenuti” e che “puntiamo ad azzerare”. Dal canto suo, la segretaria Dem rilancia: “Presidente Meloni, lei è andata al governo per risolvere problemi o per continuare a fare opposizione e scaricare sugli altri?”. Insomma, le prove generali del duello in Tv. Ma in Aula il dibattito è rovente anche con il Movimento cinque stelle, promotore della interrogazione sul Patto di stabilità, volta a mettere in luce le contraddizioni tra quanto promesso in campagna elettorale da Giorgia Meloni e quanto poi accettato in Europa sul patto di stabilità. “Lei è un Re Mida al contrario: lui tutto quello che toccava trasformava in oro, lei tutto quello che tocca distrugge”, l’affondo di Giuseppe Conte. Ma per Giorgia Meloni è finita la stagione “di chi buttava i soldi al vento”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Addio Biden, ecco chi ne prende il posto. Lo scoop del New York Post su chi sfiderà Trump

meloni schlein scintille alla Camera

Panarari: “Meloni può vivere di rendita”

La parola finale la diamo al sociologo, saggista e docente dell’università di Modena e Reggio-Emilia Massimiliano Panarari, intervistato sul doppio duello di oggi pomeriggio da Formiche.net: “In questo momento il Pd di Schlein non ha forza espansiva, per cui il Movimento cinque stelle ha ampi margini di manovra. Insomma, Meloni può vivere di rendita”.

Potrebbe interessarti anche: “Carne sintetica, “Una minaccia per la salute”. Ecco i Paesi schierati con l’Italia. E ora Bruxelles trema…