Vai al contenuto

Terrorismo, la profezia di Caracciolo: “Più che un rischio, una certezza”. Cosa dobbiamo aspettarci (VIDEO)

Pubblicato il 17/10/2023 13:47 - Aggiornato il 18/10/2023 10:16

La paura di nuovi attenti terroristici si sta rapidamente diffondendo in tutto il mondo occidentale, dopo gli ultimi, drammatici episodio andati in scena in Francia, dove un professore è stato accoltellato nel cortile della sua scuola, e in Belgio. A Bruxelles, un uomo ha iniziato a sparare di colpo in mezzo alla folla, uccidendo due turisti di origini svedesi che si trovavano in città per assistere alla partita di calcio tra Belgio e Svezia, poi sospesa proprio a seguito dell’accaduto. L’uomo è stato successivamente rintracciato e ucciso dalla polizia a seguito di uno scontro a fuoco. Il timore è che episodi del genere possano ripetersi nei prossimi giorni, uno scenario sul quale si è concentrata l’ultima puntata del programma Otto e Mezzo condotto da Lilli Gruber su La7, con ospite il professor Lucio Caracciolo. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Calci e pugni contro i volontari Unicef: “Dite Palestina e vi ammazzo”. Il VIDEO choc dell’aggressione
>>> Grida “Allah akbar” e tira fuori il coltello: paura in strada in Italia, il VIDEO choc

terrorismo caracciolo video

Fondatore e direttore della testata Limes, Caracciolo ha commentato gli attentati terroristici delle ultime ore. Partendo dalle parole della premier italiana Giorgia Meloni, che nei giorni scorsi aveva sottolineato come nel nostro Paese “non c’è una reale situazione di allarme“. (Continua a leggere dopo la foto)

terrorismo caracciolo video

“Non siamo la Francia e il Belgio – ha spiegato Caracciolo – e, toccando ferro, la nostra storia ci tiene relativamente tranquilli. Ovviamente, però, anche noi siamo in allarme, basta vedere le strade dove sono state aumentate le misure di sicurezza”. (Continua a leggere dopo la foto)

terrorismo caracciolo video

Terrorismo, la profezia di Caracciolo: “Una certezza”(VIDEO)

Il fatto che non siamo in allarme sarebbe assurdo. Due giorni fa è stato ucciso un ragazzino musulmano in America” ha detto Caracciolo. Lilli Gruber a quel punto ha chiesto: “Più va avanti la guerra a Gaza e più c’è un rischio di attentati?”. Il giornalista ha commentato a quel punto, telegrafico: “Una certezza più che un rischio”.

Ti potrebbe interessare anche: “In manette se sbagli un pronome”: l’ultima trovata della sinistra in favore della comunità Lgbt