x

x

Vai al contenuto

Regoli: “Ecco chi deciderà come dobbiamo curarci”. Il servizio choc (VIDEO). L’intrigo tra soldi e salute

Pubblicato il 07/12/2023 10:03

“Soldi e salute: ecco chi deciderà le cure del futuro”. Si intitola così l’ultimo servizio realizzato da Raffaella Regoli, andato in onda nella puntata del 6 dicembre di “Fuori dal Coro”, su Rete4. Regoli è tornata ad accendere la luce sul nuovo trattato pandemico che l’Oms vuole ratificare, sottraendo altra sovranità agli Stati e cercando di istituzionalizzare lockdown e Green pass. La giornalista ha raggiunto a Ginevra la sede dell’Organizzazione mondiale della Sanità per capire meglio e da più vicino cosa sta succedendo. Nel servizio spiega: “Dalla bozza di accordo dell’Oms emerge che si sta cercando di creare un nuovo organismo che avrà più soldi e più potere, e che deciderà su tutto, dai lockdown ai Green pass, dai vaccini alle verità da censurare”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Anche Sinner è un assassino?”. Crepet azzera il delirio femminista, scontro totale in diretta (VIDEO)

La denuncia di Raffaella Regoli è netta: “In pratica gli Stati e l’Unione Europea stanno firmando un assegno in bianco sulla nostra salute”. All’articolo 26, ad esempio, si legge: “Non è possibile avanzare riserve all’accordo pandemico dell’Oms”. Regoli poi intervista l’esperta di pandemie Meryl Nass, ricercatrice americana, la quale spiega: “L’Oms sta cercando di trasformare se stesso da organismo consultivo a organismo di governo. Con la scusa della pandemia, dicendo che non è stata ben gestita, reclama più potere”. Regoli chiede chi sia, oggi, a comandare l’Organizzazione. Nass è netta: “E’ controllata da interessi privati, tra cui Bill Gates che possiede delle compagnie farmaceutiche e quindi ha interesse a controllare tutto il settore della salute”. (Continua a leggere dopo il video)

Spiega Regoli: “La Bill and Melinda Foundation è la seconda finanziatrice dell’Oms, ma Bill Gates è presente anche in Gavi Alliance, terzo finanziatore, dove ci sono anche le Big Pharma. In pratica in Oms i privati comandando all’80%”. Poi la domanda delle domande, a cui risponde ancora Nass: in caso di nuova pandemia – data sempre più certa e sempre più programmata a tavolino – cosa succederà? “Sarà tutto vincolato: quali farmaci utilizzare, se possiamo viaggiare o uscire di casa, se dobbiamo vaccinarci, se le scuole devono essere chiuse”. Conclude Regoli: “L’Oms sta preparando una dittatura sanitaria globale”.

Ti potrebbe interessare anche: Vaccini, Pfizer, Ue e Oms denunciati alla Corte internazionale di giustizia: le accuse sono pesantissime