x

x

Vai al contenuto

Quando arriva (davvero) la primavera? Meteorologi a confronto. Ecco le previsioni di Sottocorona e Giuliacci

Pubblicato il 20/03/2024 21:10

Tecnicamente, domani inizia la primavera, ma oramai ci siamo abituati a un clima che non sembra più rispettare il ciclico alternarsi delle stagioni. Ci sono aree d’Italia in cui l’inverno, di fatto, non c’è stato; altre che sono state, anche recentemente, funestate da grave maltempo, e poi c’è il mese che avvia a concludersi e che, come da tradizione, è stato un po’ “pazzo”. Gli ultimi giorni del mese potrebbero regalarci delle sorprese. Quando arriverà davvero la primavera, dunque? Paolo Sottocorona, meteorologo de La7, ha annunciato l’arrivo di “un’alta pressione, però primaverile”, possiamo leggere su Il Tempo. Cerchiamo di capire cosa intenda. “Arriva un po’ di grigio al Nord con debolissime precipitazioni sulle zone montuose o prealpine”, e, in particolare da domani 21 marzo, questa nuvolosità si sposterà verso il Centro, tuttavia, assicura il meteorologo, senza grandi precipitazioni. (Continua a leggere dopo la foto)

Marzo si conferma “pazzo”

Attenzione, però: dopo una parte centrale della settimana caratterizzata dalla temporanea rimonta dell’alta pressione, dunque da condizioni meteo sostanzialmente stabili e asciutte, nel fine settimana del 23 e 24 marzo un’altra più intensa perturbazione raggiungerà il nostro Paese e favorirà la formazione di un mulinello di bassa pressione che poi porterà maltempo anche agli inizi della settimana successiva. Sicché la situazione “sul medio basso versante tirrenico potrebbe essere perturbata realmente, cioè con delle piogge degne di questo nome – spiega Sottocorona – mentre al Nord e sul resto del Centro continua l’assenza di precipitazioni”. Dal punto di vista delle temperature, le mappe mostrano “colori sempre più carichi“, ossia termometri in salita in buona parte della penisola. Parliamo di 18, 19 e “in certi casi anche 20 gradi“. (Continua a leggere dopo la foto)

Neve sulle Alpi, ecco quando

Magari a qualcuno, a Pasqua, vorrebbe sciare e si chiede se troverà la neve. Per approfondire, ci viene in soccorso un’altra “star” del meteo, il colonnello Mario Giuliacci con il suo sito. Qui apprendiamo che, chi proprio cerchi un po’ di neve, può cominciare a organizzarsi: tra sabato 23 e lunedì 25, infatti, la neve cadrà con una certa insistenza su gran parte dell’arco Alpino, anche a quote relativamente basse, al di sopra di 700-1000 metri: previsti oltre mezzo metro di neve fresca, “con picchi anche oltre il metro sulle Alpi occidentali”.

Potrebbe interessarti anche: Covid, ecco cosa c’era dietro il business dei vaccini. Ora per Big Pharma i conti non tornano più