Vai al contenuto

Auto, nuovo salasso. In arrivo un’altra stangata per gli automobilisti

Pubblicato il 30/01/2023 09:54

Tra le regole alle quali gli automobilisti italiani devono prestare particolare attenzione ci sono quelle relative alla revisione della vettura. Un passaggio obbligato, con costi che rendono l’appuntamento particolarmente sgradito alle famigli e tempistiche dettate dalla legge. E che potrebbe presto farsi ancora più spiacevole. Normalmente, infatti, la revisione del andrebbe effettuata ogni due anni, per assicurare che il proprio mezzo sia in buone condizioni e quindi non pericoloso una volta su strada. Come spiegato dalla testata Solo Motori, invece, una nuova proposta di legge potrebbe costringerci presto a rivolgerci alle officine addirittura una volta l’anno, per eseguire tutti i controlli del caso. Un’eventualità che ha già fatto imbufalire diversi utenti sui social, pronti a scagliarsi contro la proposta e il conseguente aumento delle spese. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Bollo auto, arriva la stangata per i ritardatari: attenzione alle nuove regole, si rischiano multe salatissime
>>> “Fino a 3.000 euro in più”. Brutte notizie per i motociclisti: in arrivo una vera e propria stangata

Al momento, per gli automobilisti italiani il pericolo resta ancora remoto. La proposta di legge è stata infatti avanzata dal governo britannico e anche al di là della Manica è andata incontro a forti contestazioni, con le associazioni del settore automobilistico che l’hanno subito definita “pericolosa”, in un momento in cui le famiglie sono già costrette a tanti sacrifici. Non è detto, però, che alla fine l’idea sia destinata a naufragare. (Continua a leggere dopo la foto)

Nuove regole revisione auto

Nuove regole per la revisione auto: arriva la proposta

I firmatari della proposta hanno motivato il disegno di legge sostenendo che, anche a causa delle particolari condizioni climatiche della Gran Bretagna, i mezzi andrebbero incontro a usura più spesso di quanto non accada altrove, necessitando così controlli più ravvicinati. Non mancano, però, i sostenitori dell’idea, anche sul fronte green. (Continua a leggere dopo la foto)

Tra gli ambientilisti, non sono mancati apprezzamenti in rete per la proposta, che renderebbe la manutenzione dei mezzi ancora più pesante per il portafogli scoraggiando ulteriormente l’uso quotidiano di auto in città. Il rischio, insomma, è che l’idea possa piacere ed essere replicata anche altrove. Gli automobilisti di tutto il mondo sono avvisati.

Ti potrebbe interessare anche:
>>> “Controllano il serbatoio dell’auto”. La novità che può costare un salasso agli italiani. Come evitarlo
>>> “Basta auto elettriche!”. L’incredibile annuncio del gigante dei trasporti auto: “Troppo pericolose”