in

Mazzone: “Chi ha avuto il Covid non si ammala più. Giusto che non si vaccini”

“Chi ha avuto il Covid, che sia vaccinato o meno, non si ammala più”. A dirlo è Antonino Mazzone, direttore del dipartimento di Area Medica dell’Asst Ovest Milanese, da sempre sostenitore della vaccinazione solo per chi non ha un numero sufficiente di anticorpi. In un video pubblicato dall’Ansa, l’esperto ha ribadito le sue perplessità sulla campagna vaccinale in corso, spiegando perché non tutti i cittadini dovrebbero correre a prenotare una nuova inoculazione dei farmaci anti-Covid.

“Chi ha avuto il Covid dovrebbe avere un Green pass che li esenti, in questa fase, dalla vaccinazione – ha spiegato Mazzone – lo dico a ragion veduta, visto che a due anni di distanza, mentre chi ha fatto due o tre vaccini si positivizza, nella nostra struttura non abbiamo nessun ricoverato tra le persone che si sono ammalate di Covid e poi sono guarite naturalmente”.

Mazzone ha specificato che “per quanto riguarda la variante Omicron, dovremo poi valutare tra qualche mese se chi è stato colpito da questa particolare forma del virus avrà ancora un numero di anticorpi significativi. Nel caso la risposta sia positiva, evidentemente queste persone avranno un’immunità e sarà giusto lasciare loro il Green pass. Dopo due anni, e dopo tutti gli errori fatti, dobbiamo passare dal modello matematico, che impone a tutti la vaccinazioni, al modello clinico perché i pazienti non sono tutti gli stessi”.

Nel caso dei pazienti guariti da Covid, quindi, secondo Mazzone ci si dovrebbe limitare a monitorare se quelle persone hanno ancora un livello sufficiente di anticorpi ed eventualmente lasciarle libere di non sottoporsi ad altre dosi di vaccino. Lo stesso medico ha raccontato di aver ricevuto due dosi di vaccino nonostante sia guarito dalla malattia: “L’ho fatto per non perdere il posto di lavoro”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Il mistero dei rapporti Aifa: nessun aggiornamento da mesi, tra le proteste degli italiani

“Problemi al sistema immunitario”: vaccino, la sconcertante ammissione del consulente di Figliuolo