in

Natale chiusi in casa. Bassetti a ruota libera. Ecco cosa propone

Mentre tanti Paesi europei stanno ragionando sull’opportunità di introdurre tamponi obbligatori anche per i cittadini vaccinati, consapevoli del fatto che i farmaci anti-Covid attualmente a disposizione non offrano una protezione totale dal virus, i nostri virologi-santoni continuano a invocare la gogna per chi rifiuta ancora la somministrazione. E ad augurarsi nuove strette in vista delle festività natalizie, così da far trovare sotto l’albero degli italiani la più spiacevole delle sorprese: un bel lockdown di fine anno. Da far valere per tutti, secondo alcuni, o soltanto per i non vaccinati. Di questa seconda idea è, tra gli altri, Matteo Bassetti, tornato alla carica proprio in queste ore.

Tra i più onnipresenti sul piccolo schermo italiano fin dall’esplosione della pandemia, Bassetti ha rilasciato un’intervista alla testata Qn nella quale ha spiegato come, innanzitutto, il governo avrebbe sbagliato a tenere una linea troppo morbida con i non vaccinati: “Bisognava partire subito con un adeguato sistema di sanzioni e controlli. Se si imponeva una multa di 5 mila euro per chi era sprovvisto di certificato, la gente non usciva di casa senza. Invece, abbiamo passato tre mesi senza rendere il Green pass efficiente nel modo più stringente possibile”.

Per il direttore della clinica di malattie infettive al policlinico San Martino di Genova, la misura più urgente per rallentare la quarta ondata è ora “un lockdown per i non vaccinati, di 15 giorni, consentendogli in questo periodo di ricevere l’antidoto”. Considerando gli altri Paesi, “è chiaro come l’introduzione della certificazione verde Covid-19 in Italia abbia arginato l’emergenza epidemiologica, consentito l’apertura delle attività economiche e il normale svolgimento della vita. Il problema principale sono i non vaccinati, non il Green pass”.

Non bastasse, sarà poi il momento di far scattare un vero e proprio obbligo vaccinale: “Un passaggio da fare rapidamente – ha spiegato Bassetti – Mi auguro che nella prossima cabina di regia si studi l’obbligo vaccinale per le vacanze di Natale: il modo migliore per arginare le varianti Delta e Omicron. Sei milioni di non vaccinati che rischiano di ammalarsi insieme sarebbero un disastro. Un’infezione respiratoria che viaggia come il morbillo è insostenibile per il sistema sanitario e sociale”.

Ti potrebbe interessare anche: Propaganda Live, bufera su Makkox per un tweet volgare e sessista

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Usa, vaccinata incinta, il neonato muore subito dopo il parto: la denuncia dei genitori

“Basta sospensioni!”, la rivolta dei medici no-vax contro il proprio ordine: cosa è successo