Vai al contenuto

Mutazioni genetiche, Frajese e quella legge del 2022: “Anticipa i tempi?”. La scoperta: cosa c’è dietro (VIDEO)

Pubblicato il 27/10/2023 13:17 - Aggiornato il 27/10/2023 14:54
legge mutazioni genetiche Frajese

Si torna a parlare di mutazioni genetiche, e lo si fa dopo uno scoop del dottor Giovanni Frajese che, in dialogo con RadioRadio, racconta di una legge risalente al febbraio del 2022 in cui si vietano le discriminazioni sul lavoro per coloro i quali presentano mutazioni genetiche. Siamo in Cile. Il Cile è lontano, direte voi. Ma abbiamo capito come a questo mondo, ormai, è tutto strettamente collegato. Nell’articolo 1 di questa legge in particolare è inserito questo concetto: “Colui che impiega una forza lavoro, non deve andare a certificare se i lavoratori hanno delle mutazioni o delle alterazioni di materiale genetico nel proprio genoma umano che possano portare allo sviluppo, o a manifestare delle patologie o delle anormalità mentali o fisiche nel futuro”. Tradotto? E perché fa paura questa legge? (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Legati al letto, senza mangiare e bere”: il VIDEO choc in un ospedale italiano. Immagini fortissime
>>> “Così Big Pharma ha trasformato la salute in business”. L’attacco dell’ex manager: “Cosa fanno davvero le aziende”

legge mutazioni genetiche Frajese

Spiega il professor Frajese pensando al perché un governo è arrivato a considerare la categoria di coloro i quali hanno, o presenteranno in futuro, problemi legati a mutazioni genetiche: “C’è scritto fondamentalmente che è vietato discriminare quelli che si possono definire transumani, ovvero persone che hanno il DNA alterato e che potrebbero andare incontro a delle malattie o a dei problemi nel futuro”. Dice Frajese a RadioRadio: “Questo è stato fatto un anno fa, come se esistesse tra di noi una classe di persone che hanno il DNA alterato. Perché un Paese sente il bisogno di tirare fuori una legge che eviti di discriminare i transumani? Sembra una cosa priva di senso, ma sappiamo che poi queste cose prive di senso non sono”. (Continua a leggere dopo il video)
>>> “Non ne posso più!” Giordano scatenato: lo sfogo a inizio puntata è da applausi (VIDEO)

Legge sulle mutazioni genetiche, i sospetti di Frajese

“Se un governo arriva a scrivere una legge sulle mutazioni genetiche – ragiona Frajese – vuol dire che ha delle informazioni, che sono disponibili evidentemente da più di un anno, però delle quali noi non sappiamo niente. Chiaramente è una cosa assolutamente nuova”. Poi l’avvertimento: “Temo di avere delle idee al proposito, che ponevo oramai due anni e mezzo fa, per esempio nel sapere se l’utilizzare del materiale genetico in nanoliposomi potesse dare origine a interazioni con il DNA umano oppure no. Se uno prende in considerazione questo tipo di informazioni e poi vede una legge scritta di questo tipo, il dubbio che ci sia qualcosa del quale ancora non siamo al corrente, inizia a diventare molto molto pressante”. E qui c’è il collegamento con le tracce di DNA ritrovate nei vaccini a mRNA per il Covid.

Ti potrebbe interessare anche: Detersivi, smalti, giocattoli… Tutti i prodotti che non troveremo più al supermercato per il nuovo divieto Ue