in

I parenti delle vittime del Covid pronti alla causa civile: 2099 pagine contro il governo

Un dossier enorme, composto da ben 2099 pagine, tutte riguardanti la gestione della pandemia da parte del governo Conte, all’epoca in carica. Lodato inizialmente dai media per le risposte date alla minaccia Covid-19, eletto addirittura a modello di riferimento per l’Europa salvo poi accorgersi, col passare delle settimane, che la narrativa andava corretta, e in fretta, di fronte all’emergere di errori e ritardi. E così ora i legali che rappresentano i famigliari delle vittime della pandemia, guidati dall’avvocato Consuelo Locati, sono pronti a presentare il faldone presso il Tribunale Civile di Roma.

“Si tratta di un lavoro di ricerca certosina che abbiamo messo insieme in maniera ordinata a partire dal piano segreto ai verbali della task force e che evidenzia uno stato protratto di negligenze ed omissioni oltre che di violazioni di legge” ha spiegato Locati. Il team di legali è lo stesso che ha depositato presso la Procura di Bergamo il rapporto dell’ex ricercatore dell’Oms Francesco Zambon, dando il via all’inchiesta sul piano pandemico italiano in realtà fermo al 2006.

I parenti delle vittime del Covid pronti alla causa civile: 2099 pagine contro il governo

Sempre lo stesso gruppo è riuscito ad entrare in possesso delle autovalutazioni gonfiate mandate negli anni sia all’Oms che all’Unione Europea sullo stato della preparazione pandemica. “La causa civile chiama in causa le responsabilità trasversali della politica e delle istituzioni e chiede che si assumano le proprie responsabilità davanti ai cittadini che erano chiamati a proteggere e tutelare e di cui, invece, hanno violato sia il diritto alla salute che quello alla vita”.

La prima udienza della causa civile si tiene il prossimo 8 luglio proprio presso il Tribunale Civile di Roma. Nel mirino dei parenti delle vittime del Covid, oltre al governo, anche la Regione Lombardia, a sua volta al centro di una lunga serie di polemiche per la gestione dell’emergenza.

Ti potrebbe interessare anche: Pregliasco: “La variante infetta anche chi è vaccinato con doppia dose”

Sondaggi, la cura Conte non fa bene al M5S: gli italiani bocciano il nuovo corso

Burioni: “Montesano e Rivera? A ottobre…”, frasi choc. Stavolta ha passato il segno