in

Altro che green! Monopattino elettrico esplode e incendia il palazzo. Cosa è successo

Pubblicato il 12/07/2021 13:28

Altro che green! A Bologna, mercoledì 7 luglio, si è alzata una enorme colonna di fumo nero accompagnata da un forte odore di plastica bruciata. Il rogo, scoppiato in un negozio di biciclette, è divampato a causa di un monopattino elettrico in riparazione.

“Improvvisamente è esplosa la batteria al litio e ha preso fuoco” ha raccontato al Corriere di Bologna Enrico Turella, titolare di Extreme Bike, il quale ha anche aggiunto: “Ho cercato di spegnere le fiamme con l’estintore, ho buttato fuori dal negozio il monopattino, ma forse alcune parti del litio hanno attinto copertoni e cartoni”.

Il propagarsi delle fiamme ha causato ingenti danni e ha interessato anche i due appartamenti sopra il negozio situato invece al piano terra. I due immobili sono stati dichiarati inagibili.

Poiché vi era il rischio che l’incendio si estendesse ulteriormente e aumentava la presenza di sostanze tossiche nell’aria, i soccorritori hanno fatto evacuare l’intera palazzina che in quel momento ospitava una decina di residenti su 18 appartamenti.

“Non vi sono stati feriti -riferisce Gazzetta Motori- al di là di una signora anziana che è stata medicata per aver inalato fumo”. L’incendio ha richiesto sul posto, al civico 80 di via San Donato, l’intervento di ben 13 operatori dei Vigili del Fuoco, giunti con sei automezzi, della polizia e degli agenti della Scientifica.

“Gli inquirenti stanno esaminando i resti del monopattino e setacciando eventuali indizi sulle specifiche cause del rogo”, conclude la Gazzetta.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Crisanti torna alla carica: “Chi non si vaccina dovrà pagarsi le cure da solo”

Il sistema Palamara, il Csm e la confessione di Renzi: “Lo ammetto: io e la sinistra…”