in

Fiducia famiglie italiane in calo: 8 su 10 hanno una polizza. “Vedono più rischi per il futuro”

Che gli italiani stiano vivendo un momento di crisi e smarrimento non è di certo un segreto. Basta parlare con amici, parenti e conoscenti per rendersene conto. Ma, oltre questo, occorre guardare alcuni dati che si accendono come le spie di emergenza di una macchina. Lampeggiano e ci dicono che qualcosa non va proprio. La ricerca “Modern family: dal 1989 a oggi com’è cambiata la famiglia in 30 anni”, commissionata da BNP Paribas Cardif e condotta dall’istituto di ricerca Eumetra MR, certifica che la fiducia delle famiglie italiane è nettamente in calo.

Le famiglie vedono più rischi rispetto a 30 anni fa, sono più preoccupate per il lavoro, per la propria sicurezza e per la sostenibilità economica futura.

Stando a quanto emerge dallo studio, solo un terzo delle famiglie italiane ritiene di sentirsi serena per l’attuale situazione finanziaria, e solo il 28% pensa (o spera) di migliorare il proprio stato economico nei prossimi 5/10 anni. Un’analisi dettagliata di questa ricerca è stata pubblicata su WallStreet Italia ed evidenzia come “negli ultimi 12 mesi quasi otto famiglie su dieci hanno dovuto rinunciare, almeno una volta, a realizzare i propri bisogni o desideri: il 55% di questi, infatti, non è riuscito a risparmiare, il 54% ha dovuto rinunciare alle vacanze e il 40% ad acquistare prodotti per il proprio benessere e il tempo libero”.

Da cosa dipende questo calo della fiducia delle famiglie italiane? “Rispetto a 30 anni fa la percezione è che i rischi siano aumentati (per il 62%). In assoluto la perdita del lavoro o delle attuali fonti di reddito è l’aspetto che preoccupa maggiormente (63%)”. Paure, ma anche necessità di protezione. E qui emerge un altro dato significativo: “Oggi quasi otto famiglie su dieci posseggono almeno una polizza. Oltre all’auto (87%), il 37% detiene una polizza sulla casa e il 25% sulla vita, ma c’è chi ha attivato un piano di risparmio (14%) o una polizza salute (14%)”.

Coins stack in columns on saving book and car on finance concept

Infine, vale la pena sottolineare – per dare un’idea di come questo modello economico stia facendo disastri – che “il numero medio dei componenti di una famiglia è di circa tre persone e, per quanto riguarda i figli, ben quattro nuclei su dieci non ne ha e il 26% ne ha solo uno”. Come conferma anche l’Istat, sono aumentati sensibilmente i single (8,4 milioni, +110%), i matrimoni sono crollati del -40,5% (191mila) a favore della convivenza e sono aumentati significativamente i divorzi (+230%).

.

Ti potrebbe interessare anche: https://www.ilparagone.it/consumatori/euro-crescita-europa-mondo/

“Grazie” all’Euro l’Ue è cresciuta dell’1,7% negli ultimi 10 anni. Il resto del mondo il 22%. Un caso? Certo che no: vediamo perché

Ex Ilva, Paragone contro lo scudo penale per ArcelorMittal: “Non è un’eccezione alla regola, è un ricatto”