Vai al contenuto

Vergogna Europa, altri 50 miliardi per le armi a Zelenski. Fusaro durissimo: “Decisione surreale”.

Pubblicato il 02/02/2024 14:01

Diego Fusaro è un fiume in piena. E ha ragione. Perché quello che è successo ieri a Bruxelles è ai limiti dell’incredibile. Mentre fuori dal Palazzo migliaia di agricoltori protestavano e manifestavano per difendere il loro lavoro, gli Eurocrati – come li chiama il filosofo – riuniti a porte chiuse decidevano di stanziare altri 50 miliardi per inviare nuove armi in Ucraina. “Non vi è immagine che possa condensare meglio il divorzio fra le classi popolari e le elite dominanti”, scrive Fusaro sul Giornale d’Italia. “E’ come se appartenessero a due mondi diversi. In alto, il Paradiso di chi comanda come se fosse solo al mondo. In basso l’inferno degli sconfitti della globalizzazione”. E in effetti lo stacco fra i lavoratori in rivolta e i burocrati di Bruxelles non è mai stato così netto ed evidente. Anziché aiutare i cittadini e rinforzare il Welfare, nella stanza dei bottoni pensano a gettare i nostri soldi in quello che ormai sembra un baratro senza fondo.

potrebbe interessarti anche https://www.ilparagone.it/attualita/parlamento-europeo-sotto-assedio-polizia-ovunque-cosa-succede-a-bruxelles-video/

“L’Unione Europea”, prosegue Fusaro, “altro non è se non l’unione delle classi dominanti europee contro le classi lavoratrici. E questa ne è un’ulteriore prova”. Non solo. L’assedio del Parlamento europeo da parte degli agricoltori viene ignorato o demonizzato. Le proteste in corso in Germania, Francia, Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Est Europeo e in altri Paesi sono state passate quasi sotto silenzio. E ora, sottolinea Fusaro, “siamo passati a una nuova fase. Quella della demonizzazione e della diffamazione. Cercheranno in ogni modo di far passare gli agricoltori per facinorosi e pericolosi. Per screditarne la sacrosanta protesta”. Sarà compito dei popoli non cascare in questa rete. Ci trattano come sudditi. Cercano di distruggere il nostro sistema produttivo. Di toglierci le tradizioni, di inquinare il cibo. Di sostituire tutto ciò che amiamo con ciò che fa comodo a loro. E lo fanno rinchiusi in una torre dorata. Sta a noi non permettere questa deriva.

potrebbe interessarti anche https://www.ilparagone.it/attualita/belpietro-vogliono-spazzare-via-loccidente-la-denuncia-del-direttore-de-la-verita-cosa-ha-detto/