x

x

Vai al contenuto

“Sputi alla Meloni”. Poi strumentalizza la morte di Giulia: la nuova guru della sinistra fa scoppiare la rissa (VIDEO)

Pubblicato il 21/11/2023 10:09
Vagnoli Giulia Cecchettin Specchia

È una scrittrice ed è un nuovo guru della sinistra, e non perde occasione, invitata nei soliti salotti tv, per attaccare il governo e il centrodestra. Anche sfruttando, in modo diremmo ai limiti dello sciacallaggio e del pudore, l’ultimo femminicidio che ha sconvolto l’Italia. Carlotta Vagnoli, ospite di “Otto e Mezzo” nella puntata del 20 novembre, parte dal tragico caso di Giulia Cecchettin, uccisa dal suo ex fidanzato Filippo Turetta, per attaccare la destra. Come è riuscita in questa acrobazia? Incurante del dolore dei familiari, la scrittrice procede della sua strumentalizzazione politica fino al diretto riferimento alla destra: “I valori sono quelli Dio, Patria e famiglia. In questo quadro la donna viene vista come un oggetto che ha funzione strumentale. E questa cultura è a destra”. Il cadavere di Giulia è stato abbandonato dal killer nei pressi del lago di Barcis. Per la Vagnoli è colpa dei valori della destra che fanno sì che la condizione della donna in Italia “è stretta nella società patriarcale”. (Continua a leggere dopo al foto)
>>> Giulia Cecchettin, parla Paolo Crepet e spiazza tutti: l’appello e il durissimo sfogo

Quello che stupisce è che mentre il padre, la sorella e il fratello di Giulia fanno l’esatto opposto, pur potendo avere più diritto di tutti a puntare dita e lanciare strali, la scrittrice Vagnoli riduce quanto accaduto a Giulia solo a un problema ideologico e politico. Incolpando di questo, fondamentalmente, la destra. L’accusa ai tre pilastri di “Dio, patria e famiglia” appare abbastanza pretestuosa. Il suo ragionamento, infatti, è stato fortemente contestato da Francesco Specchia, firma di Libero, e anche lui ospite in collegamento a “Otto e mezzo”. Ha chiesto il giornalista alla Vagnoli: “Ma cosa c’entra tutto ciò con quanto accaduto e con i femminicidi? Mi fa un esempio”. La risposta? (Continua a leggere dopo il video)
>>> Auto elettriche, la strage silenziosa. Report rivela i costi umani e ambientali del nuovo dogma UE (VIDEO)

La risposta della scrittrice Vagnoli è abbastanza discutibile: “Fratelli d’Italia sostiene movimenti pro-vita e già questo basta per definire la cultura della destra. Movimenti e associazioni che impediscono alla donne di rivendicare i propri diritti della legge 194”. Specchia replica: “Rimango basito, tutto ciò non ha nulla a che fare con i femminicidi e con quanto accaduto a Giulia Cecchettin”. Poi Specchia inchioda la Vagnoli: “Lei è la stessa che ha detto ‘agli abbracci della Meloni rispondiamo con gli sputi’, non è forse prevenuta?”. K.o. tecnico.

Ti potrebbe interessare anche: “Siamo troppo buoni con voi!” “Razzista”. Cruciani imbufalito, è rissa con il trapper (VIDEO)