Vai al contenuto

“Chiudono le scuole a causa del Covid!” Riparte l’anno scolastico e con esso il terrore. Ecco dove e come

Pubblicato il 26/08/2023 09:53
Usa slitta rientro scuola

Slitta il rientro a scuola per un picco di contagi Covid. A leggerlo così sembra l’inizio di un articolo del 2021, cioè di due anni fa, quando accadevano queste insensate porcherie; e invece si tratta di strettissima attualità. Anno domini 2023. Per fortuna, diciamolo subito, questo non accade in Italia, ma negli Stati Uniti. La cosa, in ogni caso, deve comunque preoccuparci, visto che spesso prendiamo a modello gli Usa. Cosa sta succedendo da quelle parti? A poche settimane dall’inizio del nuovo anno scolastico negli Stati Uniti, alcuni distretti scolastici hanno deciso di cancellare le lezioni in presenza a causa di un picco di virus respiratori, incluso il Covid, tra studenti e personale. Prima del Covid, ovviamente, ce ne saremmo altamente fregati e gli studenti sarebbero tornati tutti in classe. Non sarebbe bastato un picco di influenze e raffreddori a tenere tutti a casa. Invece ormai va così. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Da settembre 34mila automobili fuorilegge”. La norma choc: quali sono e perché. Rivolta dei proprietari

Nello specifico, slitta il rientro a scuola in due distretti scolastici del Kentucky, i quali hanno dichiarato che avrebbero fermato la normale attività, e in Texas, nel distretto scolastico di Runge, vicino a San Antonio, dove è stato comunicato ai genitori con una lettera che la scuola avrebbe chiuso dal 22 agosto al 29 agosto annullando anche tutte le attività extrascolastiche a causa di un aumento di casi di Covid. Secondo l’ultimo rapporto del Texas Health and Human Services, ripreso dall’Ansa, i nuovi casi del virus nello Stato sono aumentati del 29% nelle ultime settimane e anche i ricoveri sono saliti del 10%, da 992 a 1.096. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Ecco cosa causa”. Proteina Spike, studio choc: l’ultima scoperta. La conferma che aspettavamo

Usa, slitta il rientro a scuola per un picco di contagi

A livello nazionale, negli Usa i ricoveri per Covid sono aumentati per la quinta settimana consecutiva, secondo i dati dei Cdc, Centri americani per il controllo e la prevenzione delle malattie. La decisione di posticipare l’inizio dell’anno scolastico a causa dell’aumento dei contagi fa scattare un nuovo campanello d’allarme. Non a livello sanitario – perché ci auguriamo che tutti abbiano ormai capito la menzogna dentro la quale ci hanno fatto vivere – ma sociale. Non è che in Occidente – prima gli Usa e poi l’Europa – c’è l’intenzione di continuare a cavalcare l’onda Covid? Restiamo vigili e auguriamoci che per gli studenti italiani ci sia presto il rientro a scuola. Di tempo, educazione, istruzione e socialità gliene hanno fatta perdere fin troppo. E infatti si vede.

Ti potrebbe interessare anche: “Un vaccino non ancora approvato”. L’ultimo scandalo del Ministero: cosa hanno scritto nella nuova Circolare